Diarrea in un bambino del primo anno di vita. Cosa fare con la diarrea nei bambini?

Le domande sul contenuto di pannolini e pentole per bambini sono sempre motivo di preoccupazione per i giovani genitori. L'ansia diventa particolarmente forte se il bambino ha la diarrea (diarrea). Quando puoi aspettare e quando è necessario un trattamento immediato? Qual è la differenza tra le feci molli di un bambino e la diarrea (diarrea)? Tutte queste domande devono essere studiate in dettaglio.

Feci molli - normali o no?

Nell'infanzia, la sedia ha le sue caratteristiche fisiologiche, che i genitori devono conoscere, per non confondere fenomeni completamente normali per patologia e per non prendere misure terapeutiche ingiustificate. Le feci di un adulto sono significativamente diverse da quelle dei bambini, soprattutto per i bambini nei primi mesi di vita. Pertanto, non è possibile effettuare analogie e confronti in termini di contenuto di pannolini per bambini con un adulto..

I bambini in tenera età mangiano cibo speciale, è completamente liquido (latte materno o formula), di conseguenza, le feci dei bambini piccoli non dovrebbero essere dense e modellate. Se al bambino non viene somministrato cibo diverso dal latte materno o artificiale, le sue feci possono essere sottili con grumi di latte cagliato, molli e abbastanza frequenti. La frequenza delle feci nei primi mesi di vita può raggiungere da cinque a sei volte al giorno, a seconda delle caratteristiche della digestione e dell'attività enzimatica.

Le feci strette durante tale alimentazione possono già essere valutate come una tendenza alla stitichezza. Inoltre, durante i movimenti intestinali, il bambino dovrebbe comportarsi con calma, non mostrare segni di ansia e non dovrebbero esserci muco o sangue nelle feci. Le feci normali del bambino dovrebbero essere di colore giallo o marrone-sabbioso, ma il verde, il muco e la schiuma sono un segno di problemi enzimatici o infezione. Dovresti consultare un medico.

La sedia inizia ad assumere una consistenza più densa con l'introduzione di alimenti complementari in volumi sufficientemente grandi, nonché di alimenti di consistenza più densa. Entro un anno circa, la poltroncina dovrebbe prendere forma e assumere la forma di una morbida "salsiccia" o di una densa pappa.

Caratteristiche del seggiolone

Nei primi giorni dopo la nascita, il bambino lascia il meconio, le feci originali. Può essere la consistenza del mastice, nero o marrone scuro, verdastro e scarsamente lavato dai pannolini e dal fondo del bambino. Con l'inizio dell'alimentazione con latte o una miscela, le feci diventano liquide, eterogenee, con grumi bianchi. L'odore delle feci nei neonati è aspro, in quelli artificiali - fecale, può essere piuttosto sgradevole.

Il colore delle feci varia dal giallo chiaro al marrone, a volte possono esserci piccole mescolanze di verde nelle prime settimane di vita, mentre gli enzimi intestinali sono sintonizzati. Il pannolino intorno alle feci potrebbe avere aree impregnate d'acqua, dopo le feci potrebbe esserci una macchia bagnata sul pannolino. Le feci nelle prime settimane possono essere fino a sei o più volte al giorno. Man mano che la nutrizione si sviluppa, le feci diventano panna acida densa, da una a 4-5 volte al giorno, non dovrebbe causare alcuna preoccupazione per la normale salute e un sufficiente aumento di peso. Entro un anno, la sedia dovrebbe gradualmente prendere forma e apparire 1-2 volte al giorno..

Se le feci del bambino diventano schizzi, verdi, fetide, quasi con l'acqua da sola, mentre il bambino piange, il suo stomaco bolle, la temperatura aumenta e si rifiuta di mangiare, vomita, allora è diarrea.

Cos'è la diarrea?

La diarrea (diarrea) è una diluizione patologica delle feci, che è particolarmente pericolosa durante l'infanzia, poiché una grande quantità di liquidi e sostanze nutritive viene persa con le feci molli, che porta a disidratazione e astenia. Si pensava che la diarrea nei bambini fosse sempre un'infezione intestinale o un'intossicazione alimentare, ma in realtà questo è tutt'altro che vero..

La diarrea è uno dei disturbi più comuni dell'apparato digerente ed è la reazione di difesa dell'organismo agli effetti di fattori patologici. La diarrea, a differenza delle feci appena liquefatte, ma non dolorose, ha un carattere irresistibile (c'è una voglia irresistibile di svuotarsi immediatamente), solitamente accompagnata da dolore addominale, crampi, gonfiore, nausea e vomito. Allo stesso tempo, in quanto tale, il numero di movimenti intestinali non gioca un ruolo importante, poiché la diarrea non è tanto una caratteristica quantitativa quanto una caratteristica qualitativa delle feci. Può essere uno o due movimenti intestinali, ma praticamente con una sola acqua, o frequenti movimenti intestinali con feci molli. Di particolare pericolo nei bambini piccoli è la diarrea, che si ripresenta più spesso 4-5 volte al giorno, con abbondante perdita di liquidi.

Cosa causa la diarrea nei bambini?

Lo sviluppo della diarrea nei bambini può essere predisposto dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche dell'intestino dei bambini e dal processo digestivo. A causa dell'immaturità e della tenerezza dell'apparato digerente, i bambini hanno molto spesso problemi digestivi, che possono portare rapidamente a disturbi digestivi e alla formazione di complicazioni formidabili, come disidratazione, disturbi elettrolitici e tossicosi e disturbi nel funzionamento degli organi interni. Ma cosa causa questi disturbi e perché esattamente i bambini soffrono?

Innanzitutto, in relazione alla crescita, gli intestini nei bambini sono molto più lunghi che negli adulti, mentre la regione del cieco è più mobile a causa del mesentere più lungo. A causa di queste caratteristiche, è più difficile diagnosticare l'appendicite nei bambini, che può essere spostata nella regione pelvica, nell'addome sinistro. Al momento della nascita, l'apparato secretorio nell'intestino del bambino è ancora formato in modo incompleto, i succhi intestinali hanno gli stessi set di enzimi degli adulti, ma con tutto ciò l'attività degli enzimi è drasticamente ridotta. A seguito dell'esposizione ai succhi intestinali e alle secrezioni del pancreas, il cibo viene digerito e proteine, grassi e carboidrati vengono scomposti. Allo stesso tempo, nell'intestino viene solitamente creato un ambiente neutro o leggermente acido, che porta a difficoltà nella digestione di proteine ​​e grassi. È particolarmente difficile per le persone artificiali digerire i grassi, poiché la composizione dei grassi nel latte materno è più semplice e ci sono enzimi per la sua digestione (lipasi).

Pertanto, i bambini allattati artificialmente hanno maggiori probabilità di dare disturbi digestivi, specialmente durante la sovralimentazione.

La superficie di assorbimento nell'intestino dei bambini è maggiore di quella degli adulti, quindi i nutrienti vengono assorbiti più velocemente e più attivamente nei bambini. Ma con tutto ciò, la funzione barriera dell'intestino nei bambini è insufficiente e la mucosa intestinale è molto più permeabile a microbi, tossine e allergeni.

A causa del danno alla mucosa intestinale, il recupero avviene lentamente, poiché la rigenerazione di milioni di villi della mucosa è un processo lento. Questi villi aumentano la superficie assorbente dell'intestino, ma sono tra i primi a subire danni. A causa del danno, soffre anche l'attività degli enzimi intestinali, il che porta al fatto che il cibo passa attraverso l'intestino, praticamente non viene digerito. È per questo motivo che la diarrea con particelle di cibo non digerito si verifica nei disturbi alimentari..

Pericolo di diarrea

Qualsiasi diarrea con un volume superiore a 10 grammi per chilogrammo di peso corporeo del bambino è pericolosa; tale diarrea può minacciare di disidratazione e disturbi elettrolitici. Nei bambini piccoli, le cause più comuni di diarrea sono infezioni intestinali, raffreddori, reazioni ai farmaci, intolleranze alimentari e reazioni allergiche a cibi o bevande..

La malattia più comune in cui si manifesta la diarrea è la gastroenterite acuta, una lesione infettiva dell'intestino e dello stomaco con comparsa di nausea, vomito e diarrea, febbre e tossicosi generale. Con una tale lesione, le feci sono frequenti, liquide, acquose, con muco verdastro, strisce di sangue e un odore sgradevole. A causa di feci frequenti, si verifica irritazione dell'ano, arrossamento e dermatite da pannolino. Oltre ad avere la diarrea, si notano anche i segni di una malattia infettiva: malessere generale, letargia, pallore, febbre. Quando si valuta la diarrea, è necessario prestare attenzione alla quantità di feci, al colore e all'odore, alla presenza di impurità. Tutto questo deve essere segnalato al medico in futuro..

Manifestazioni pericolose.

Ci sono una serie di manifestazioni, nel caso in cui la diarrea non dovrebbe essere trattata a casa, è necessaria un'attenzione medica immediata. Prima di tutto, questo è lo sviluppo di nausea, vomito e diarrea in un bambino di età inferiore a un anno, particolarmente ripetuti e frequenti. Possono essere un segno di grave malattia e possono portare rapidamente alla disidratazione. È necessario aiuto immediatamente con:

  • per qualsiasi diarrea e vomito nei bambini fino a sei mesi,
  • con ripetute diarrea e vomito nei bambini di età inferiore a un anno,
  • quando la temperatura aumenta di oltre 38-38,5 gradi sullo sfondo della diarrea,
  • con diarrea molto frequente, dolore addominale, rifiuto di mangiare.
  • in assenza di lacrime quando si piange, labbra secche e mucose, occhi infossati, retrazione della fontanella, sonnolenza e letargia.
  • con l'aspetto di uno sgabello con muco, molto liquido con schiuma e gas, in violazione del benessere generale del bambino,
  • sullo sfondo di feci molli, scarso aumento di peso, perdita di peso.
  • strisce di sangue apparvero nelle feci.
  • un'eruzione cutanea, macchie ruvide sono apparse sulle guance del bambino su uno sfondo di diarrea,
  • la diarrea si è verificata dopo antibiotici, altri farmaci.

Cause di diarrea nei bambini fino a un anno

Molto spesso, la diarrea è causata da un'infezione intestinale - infezioni virali (rotavirus, enterovirus), infezioni microbiche - salmonella, shigella, stafilococco ed enterococco e molti altri. Di solito si manifestano tutti i segni tipici dell'infezione: diarrea, dolore addominale, flatulenza e vomito, rifiuto di mangiare, disidratazione, febbre e segni di tossicosi. I bambini piccoli con questi sintomi vengono solitamente ricoverati in ospedale per cure intensive. Nei bambini più grandi, il trattamento a casa è consentito, ma sotto la stretta supervisione di un medico e con la correzione obbligatoria della disidratazione e della tossicosi.

Tuttavia, la diarrea può verificarsi nei bambini e in altre malattie: otite media, polmonite, influenza, SARS, bronchite. Queste malattie sono anche accompagnate da tossicosi e febbre, ma il meccanismo della diarrea in esse è secondario, ma a volte è molto difficile distinguere le vere cause nei bambini. Pertanto, se ci sono segni di infezione da diarrea, è necessario che il bambino venga esaminato da un medico e scoprire la vera causa della diarrea..

Prima dell'arrivo del dottore

In attesa del medico, prova a prevedere la causa della diarrea confrontando i sintomi con le possibili cause della diarrea. Quindi, un bambino potrebbe sperimentare:

- insorgenza improvvisa di grave diarrea con muco e / o sangue nelle feci, con o senza febbre. Tale sintomatologia è più tipica delle infezioni virali o microbiche, meno spesso può essere un'intossicazione alimentare o un danno al bambino da parte di parassiti (lamblia o elminti). Vale la pena ricordare che un'improvvisa comparsa di diarrea in un bambino con febbre, e ancor più con sangue e muco, la presenza di sonnolenza e vomito è motivo per una chiamata immediata al medico, e se la diarrea e il vomito continuano, è un motivo per chiamare un'ambulanza e il ricovero. Questo è particolarmente pericoloso per i bambini piccoli, hanno tossicosi e disidratazione molto rapidamente, tali bambini necessitano di un'attenta supervisione medica.

- diarrea persistente con o senza gonfiore, scarso aumento di peso ed eruzioni cutanee. Tali manifestazioni non si verificano più con le infezioni, ma con problemi con gli enzimi - carenza di lattasi, allergia alle proteine ​​del latte vaccino, sviluppo di disbiosi intestinale, nonché con disturbi metabolici congeniti - celiachia, fibrosi cistica. Queste condizioni provocano il malassorbimento dei nutrienti, problemi enzimatici, scarso aumento di peso e diarrea. Tale diarrea procede senza temperatura, è provocata da alcuni cibi e dura abbastanza a lungo, a volte per diverse settimane. È accompagnato da alterazione del peso, disturbi del metabolismo delle vitamine e dei minerali.

- diarrea durante l'assunzione di farmaci. Di solito si verifica durante il periodo del trattamento antibiotico, poiché interrompono la flora microbica e causano un'infezione mini-intestinale nell'addome a causa dell'attivazione della flora opportunistica. La diarrea si verifica durante l'assunzione di sciroppi antipiretici, che includono la glicerina, che ha un pronunciato effetto lassativo. A volte la diarrea può essere il risultato di un'allergia ai farmaci, nel qual caso compare un'eruzione cutanea.

- diarrea con stress, con dentizione, con acclimatazione, cambio di dieta. Si tratta di particolari tipi di diarrea, causati da meccanismi neuro-riflessi, attivazione di influenze simpatiche sull'intestino, per cui la peristalsi aumenta e il cibo "scivola" troppo velocemente attraverso l'intestino, non avendo il tempo di digerire completamente. Ma vale la pena ricordare separatamente che durante la dentizione, l'immunità locale e generale diminuisce, i bambini si sporcano le mani in bocca e la diarrea è solitamente di natura infettiva (cioè, in effetti, questo è lo sviluppo di un'infezione intestinale).

- diarrea come manifestazione di malattie dell'apparato digerente (epatite, pancreatite, discinesia biliare) o come uno dei sintomi di malattie endocrine, metaboliche o somatiche.

Tutti questi tipi di diarrea richiedono un'attenta diagnosi, esame da parte di un medico e un trattamento adeguato..

Domande

Domanda: quali dovrebbero essere le feci normali nei bambini di età inferiore a un anno?

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Come dovrebbero apparire le feci normali in un neonato?


Le caratteristiche delle feci normali nei bambini di età inferiore a un anno dipendono da diversi parametri. La maggiore influenza è esercitata dall'età e dal tipo di alimentazione del bambino. I principali tipi di feci normali nei neonati e le loro caratteristiche sono presentati nella tabella.

Caratteristiche delle feci normali nei bambini di età inferiore a un anno.

EtàTipo di sediaCaratteristiche fecali
1-3 giorniMeconio
  • il colore è verde scuro, oliva scuro;
  • consistenza densa, omogenea;
  • senza odore.
45 giorniTransizione
  • sono possibili feci sciolte, leggermente acquose, impurità del muco, grumi biancastri;
  • il colore è diverso, può esserci una miscela di più colori, dal giallo-bianco al verde;
  • l'odore non è acuto, leggermente acido.
6 giorni - 6 mesiSolitoCon l'allattamento al seno naturale:
  • colore giallo dorato;
  • consistenza cremosa;
  • odore aspro.

Con alimentazione artificiale:
  • il colore è giallo chiaro o con una sfumatura brunastra;
  • le feci sono più spesse che durante l'allattamento al seno, molli;
  • l'odore è pungente, a volte putrido.

Quando si prescrivono integratori di ferro a un bambino:
  • compaiono impurità nere.
Dopo 6 mesiRegular (decorato)
  • sedia decorata, simile a una salsiccia;
  • colore marrone, marrone scuro;
  • di consistenza densa, morbida;
  • ottiene un odore naturale e naturale.

Meconio.

Il meconio è uno sgabello verde scuro sterile. Consiste nel contenuto dell'intestino del neonato, accumulato durante lo sviluppo intrauterino, prima del primo attaccamento al seno. Si tratta di cellule epiteliali intestinali, cellule contenute nel liquido amniotico e parte del liquido amniotico stesso, secrezioni biliari, intestinali e pancreatiche. Di solito, questo tipo di feci lascia il primo giorno, raramente può durare fino a tre giorni. Il suo volume è di circa 50-200 grammi. Poiché questa sedia è solitamente inodore, si consiglia di controllare frequentemente il pannolino del bambino.

Sedia di transizione.

Uno sgabello di transizione è formato dai resti di meconio, feci regolari e latte parzialmente cagliato e non digerito. Nasce a seguito dell'allattamento al seno e dell'ingestione di latte o miscele che non sono ancora completamente digerite nel tratto gastrointestinale. Queste feci portano via e infine purificano l'intestino dal meconio. Nelle feci compaiono impurità di vari colori, dal giallo-bianco al verde, a volte con particelle di latte cagliato o muco. Le feci sono spesso di consistenza liquida, a volte anche acquose. Appare un odore, non acuto, leggermente acido. Di solito il 5 ° - 6 ° giorno viene sostituito da una sedia normale.

Sedia normale.

Le feci sono solitamente le feci che si formano dal cibo che il bambino sta mangiando. Pertanto, dipende direttamente dal tipo di alimentazione..

  • Allattamento al seno alimentazione naturale. Le feci hanno un colore giallo, la consistenza di panna acida liquida e un odore aspro e pungente. La frequenza dei movimenti intestinali in un neonato corrisponde al numero di poppate e in un neonato durante i primi 6 mesi è 4-6 al giorno..
  • Alimentazione artificiale. Il colore delle feci dipende dalla formula utilizzata per l'alimentazione e dalla quantità di latte ingerita dal bambino e può variare dal giallo chiaro al marrone. La consistenza è più spessa, pastosa. L'odore è solitamente più pungente rispetto all'allattamento al seno, può essere putrido, sgradevole. Il bambino defeca meno spesso rispetto all'alimentazione naturale, di solito 3-4 volte al giorno.
  • Assunzione di integratori di ferro. Se un bambino assume integratori di ferro, possono comparire impurità nere nelle feci. Tuttavia, se le feci del bambino sono diventate nere e non riceve alcun farmaco, è necessario consultare immediatamente un medico, poiché potrebbe essere un segno di sanguinamento gastrointestinale..

Sedia decorata in tinta unita.

Questo tipo di feci si verifica quando il bambino inizia a ricevere cibi complementari, cioè altri prodotti alimentari aggiuntivi oltre al latte iniziano a essere introdotti nella sua dieta. Secondo le attuali raccomandazioni, ciò si verifica dopo i 6 mesi di età. Questo cambia la forma della sedia, che assume la forma di una salsiccia. Il colore cambia in un marrone più scuro. A volte è possibile macchiare le feci con il cibo, ad esempio barbabietole - rosse, carote - arancio. La consistenza è densa, normalmente morbida. L'odore diventa naturale, naturale. Un bambino defeca 1 - 2 volte al giorno.

Feci normali nel primo anno di vita di un bambino

Le feci normali nei bambini da 0 a un anno sono un concetto relativo.

In primo luogo, la sua frequenza e natura dipendono dal tipo di alimentazione (allattamento al seno o alimentazione artificiale) e dalla disponibilità di alimenti complementari. In secondo luogo, con l'età del bambino, le "norme" delle feci cambiano.

Nell'intestino del feto si forma il meconio: le feci originali, che vengono escrete durante il parto e nel 1 ° o 2 ° giorno dopo di loro. È una massa verde scuro, uniforme, inodore; consiste nei segreti di varie parti del tubo digerente, dell'epitelio esfoliato e del liquido amniotico ingerito. Entro il 4 ° -5 ° giorno di vita di un bambino, il meconio viene gradualmente sostituito dalle normali feci di un bambino.

Feci nei neonati allattati al seno

Un neonato allattato al seno ha una frequenza delle feci fino a 6-7 volte al giorno. Le feci normali dovrebbero essere gialle, mollicce e uniformi. Le feci non contengono grumi, muco o altre impurità e non lasciano una macchia acquosa sul pannolino. In alcuni casi, le feci possono essere irregolari e contenere grumi biancastri (a volte chiamati feci non digerite). Se questo è un fenomeno volubile, non è richiesto alcun trattamento..

Feci nei neonati nutriti artificialmente

Con l'alimentazione artificiale, le feci sono generalmente meno frequenti (3-4 volte al giorno) e possono avere una tinta brunastra.

Costipazione nei neonati

Le feci meno di 1-2 volte al giorno con qualsiasi tipo di alimentazione, soprattutto se accompagnate da sensazioni spiacevoli nel bambino (gonfiore, ansia, perdita di appetito), è considerata stitichezza nell'infanzia. L'introduzione di cibi e succhi complementari può influire sulla frequenza delle feci. I succhi di mela, albicocca, prugna hanno un effetto lassativo, fissano la pera.

A cosa reagisce l'intestino dei neonati??

Quando un nuovo prodotto viene introdotto come alimento complementare, l'intestino del bambino può reagire con la comparsa di grumi e verdure non digerite. Se dopo 2-3 giorni le feci non tornano alla normalità, o se il bambino è ansioso, è meglio astenersi da questo prodotto..

La sostituzione del latte materno con alimenti complementari porta a una diminuzione della frequenza delle feci fino a 1-2 volte al giorno entro 1 anno. La sedia diventa decorata, marrone.

Sgabello di un bambino del primo anno di vita e sue possibili violazioni

Le feci di un bambino non sono solo funzioni fisiologiche, riflettono lo stato del corpo. Prima di tutto, gli organi del tratto gastrointestinale. Le mamme esaminano regolarmente le feci del loro bambino e spesso si preoccupano inutilmente. Per sapere quando hai davvero bisogno di suonare l'allarme e andare dal dottore, devi avere un'idea di come dovrebbero essere le feci..

Seggiolone nei primi giorni di vita

Dopo la nascita, il bambino lascia il meconio. Questo è lo sgabello originale, che è formato dal liquido amniotico ingerito dal bambino e dall'epitelio intestinale desquamato. Ha una consistenza stucco di colore nero o verde scuro, inodore.

Normalmente, il meconio parte da 1 a 2 giorni dopo la nascita, il che indica la pervietà del tratto gastrointestinale. Nei primi giorni, le feci del bambino si verificano solo una o due volte al giorno, poiché la quantità di cibo che riceve dal seno della madre sotto forma di colostro è piccola.

Dai 2 ai 5 giorni di vita, l'intestino del bambino inizia a popolarsi della microflora dovuta a microrganismi che vivono nel latte materno, nell'aria e sugli oggetti circostanti. Le prime gocce di colostro sono particolarmente importanti per la microflora del neonato, quindi è necessario attaccare il bambino al seno subito dopo la nascita.

In risposta alla colonizzazione della flora, si verifica una reazione infiammatoria della mucosa intestinale - un catarro intestinale transitorio. Le feci diventano di colore giallo-verde, potrebbe esserci una mescolanza di grumi bianchi non digeriti, muco, che lascia macchie acquose sul pannolino. Questa è una condizione fisiologica che non richiede trattamento. Da 1 a 2 settimane si formano le feci "mature" del neonato.

Lo sgabello del bambino nei primi mesi di vita

Esistono differenze significative tra le feci dei bambini allattati al seno e le feci dei bambini allattati con latte artificiale.

I bambini che hanno la fortuna di mangiare il latte materno hanno feci dalla nascita quasi dopo ogni poppata (da 8 a 10 volte).

Le feci normali nei bambini sono di consistenza gialla, omogenea e pastosa, con un odore di latte acido.

Con l'alimentazione artificiale di un neonato, la defecazione meno spesso - da 4 a 6 volte al giorno. Allo stesso tempo, la consistenza delle feci è più spessa, è pastosa, con una sfumatura marrone o verdastra..

Le feci in un bambino di 2 mesi possono essere irregolari. Ogni bambino è diverso. Per alcuni è quotidiano, per altri - con regolarità ogni 1 - 2 giorni.

Le feci di un bambino a 1 mese sono piccole, circa 10-15 g. Successivamente, la frequenza delle feci diminuisce e il volume delle feci aumenta a 40-50 g per movimento intestinale.

Sedia di un bambino della seconda metà della vita

Con l'introduzione di alimenti complementari, le feci del bambino cambiano. La frequenza delle feci diventa meno frequente - 1 - 2 volte al giorno. La natura delle feci dipenderà dal cibo introdotto. Se il bambino ha feci sparse e dense, è meglio iniziare a introdurre cibi complementari con purea di frutta e verdura. Se il bambino, al contrario, aveva feci liquefatte, è meglio iniziare con i cereali..

Per ulteriori informazioni su come introdurre correttamente alimenti complementari nella dieta di un neonato, leggi l'articolo del pediatra.

Scopri di più su quando aggiungere la purea di verdure alla dieta di un bambino nel materiale di un pediatra.

Poiché il bambino sta appena iniziando a masticare, nelle feci possono essere visualizzati frammenti di cibo non digerito e il suo colore potrebbe corrispondere al colore del prodotto mangiato..

Se, con l'introduzione di semolino o porridge di miglio nella dieta del bambino, compaiono feci liquide, schiumose e leggere, c'è una diminuzione del peso corporeo, è urgente consultare un medico. Questo quadro clinico è tipico della celiachia - intolleranza al glutine..

Disturbi delle feci in un bambino

I cambiamenti nelle feci del bambino possono essere sia qualitativi - cambiamenti di colore, natura delle feci, comparsa di impurità patologiche e quantitativi - un ritardo o una maggiore frequenza dei movimenti intestinali.

Possibili cambiamenti qualitativi nelle feci del bambino

La caratteristica delle feci, l'aspetto delle feci è direttamente correlata al cibo consumato. Allo stesso tempo, non dovresti confrontare le feci di due bambini diversi nella stessa dieta, ogni bambino ha un carattere individuale delle feci. La madre del bambino noterà anche i più piccoli cambiamenti e impurità nelle feci. Possono essere sia una variante della norma che un segno dell'inizio della malattia..

Quali cambiamenti nelle feci dovrebbero essere prestati attenzione e di cosa possono parlare?

  • una miscela di grumi bianchi cagliati nelle feci con un aumento positivo del peso corporeo può indicare una sovralimentazione del bambino, quando il neonato viene molto spesso applicato al seno o supera la quantità di alimentazione specifica per età. Se allo stesso tempo c'è una diminuzione del peso corporeo, è possibile l'ansia del bambino, una disfunzione o una mancanza di enzimi secreti dalle ghiandole digestive;
  • Feci frequenti di consistenza liquida, schiumose con un odore aspro, che lasciano una macchia acquosa sul pannolino, sono un segno di insufficiente digestione dei carboidrati. Può essere semplicemente intolleranza al lattosio associata a un'organizzazione impropria dell'allattamento al seno o carenza di lattasi - una malattia in cui vi è una mancanza di un enzima nell'intestino;
  • feci oleose e lucenti, che lasciano segni oleosi sul pannolino, accompagnate da stitichezza o diarrea, indicano una violazione della digestione dei grassi;
  • una piccola miscela di sangue nelle feci di un bambino allattato artificialmente, specialmente in combinazione con eruzioni cutanee, può essere un segno di un'allergia alle proteine ​​del latte vaccino.

Ci possono essere molte ragioni per la comparsa di sangue nel pannolino: da una piccola crepa nell'ano a una malattia chirurgica più grave..

Quando le feci di un neonato cambiano, sono necessarie alcune azioni:

  1. È necessario chiarire se i cambiamenti nelle feci sono legati alla nutrizione del bambino. Durante l'allattamento, l'infermiera deve seguire una dieta rigorosa, poiché i cambiamenti nelle feci possono essere associati a un errore nella dieta della madre. Nei bambini della seconda metà dell'anno, è necessario escludere l'influenza degli alimenti complementari introdotti sulla natura delle feci.
  2. È necessario valutare l'aumento di peso del bambino.
  3. Rivolgiti al medico per ulteriori esami. L'esame scatologico include l'esame microscopico e chimico delle feci, l'esame del sangue occulto nelle feci, l'analisi delle feci per la disbiosi.

Cambiamenti quantitativi delle feci

Le violazioni possono verificarsi a causa non solo di un cambiamento nella natura delle feci, ma anche della frequenza dei movimenti intestinali. Questi includono la stitichezza e la condizione opposta, la diarrea..

Stitichezza: assenza di feci indipendenti per più di due giorni, accompagnata da gonfiore, ansia nel bambino e diminuzione dell'appetito.

Il primo passo è stabilire la possibile causa della stitichezza. Nei bambini, la stitichezza è più spesso di natura funzionale a causa della ridotta motilità intestinale..

Esistono due opzioni per lo sviluppo dell'attività motoria intestinale:

  1. Costipazione atonica. Si verificano con insufficiente funzione motoria intestinale. In questo caso, si verificano ritenzione delle feci prolungata, gonfiore e durante lo svuotamento il volume delle feci è molto grande.
  2. Costipazione spasmodica. Associato ad un aumento della funzione contrattile intestinale. L'atto di defecazione è accompagnato dall'ansia del bambino, le feci sono molto dense, in piccole porzioni, sembrano feci di pecora.

In caso di stitichezza, sono necessarie le seguenti azioni:

  • rispetto della dieta del bambino. Durante l'allattamento al seno, è necessaria una stretta aderenza alla dieta. Con l'alimentazione artificiale, il bambino dovrebbe ricevere abbastanza liquidi. Dalla seconda metà della vita, la sedia può essere corretta con l'introduzione di alimenti complementari. Per la stitichezza, puoi provare a introdurre un decotto o un purè di prugne nella dieta
  • il massaggio alla pancia e la ginnastica aiutano ad aumentare la peristalsi e migliorare la digestione;
  • con costipazione spastica, le candele con glicerina aiuteranno il bambino a svuotarsi;
  • se lo sgabello indipendente viene ritardato per più di due giorni, il bambino deve essere aiutato a fare la cacca con un clistere purificante, in caso di gonfiore e flatulenza, utilizzare un tubo del gas.

Per la stitichezza a lungo termine, consultare un medico. Non dovresti auto-medicare e usare lassativi senza un appuntamento specialistico.

Diarrea (diarrea)

Frequenti feci molli e verdastre mescolate a muco, strisce di sangue, combinate con vomito, sono un segno di un'infezione acuta.

La diarrea in un bambino è pericolosa perché, oltre a una grande perdita di liquidi, l'assorbimento nell'intestino è compromesso dal corpo. Questo porta alla disidratazione..

Se un bambino è malato, è necessario consultare un medico per prescrivere un trattamento. Nonostante la diminuzione dell'appetito, è necessario continuare a nutrire il bambino, soprattutto con l'allattamento al seno. I fattori protettivi nel latte materno aiuteranno a migliorare la funzione intestinale.

Per eventuali violazioni delle feci, prima di tutto, dovresti consultare un medico. Forse le tue paure sono infondate e un trattamento irragionevole può solo aggravare la situazione..

Seggiolone primo anno

^ In pratica, mi imbatto spesso in preoccupazioni irragionevoli delle madri sui problemi con le feci nei bambini. I problemi che presumibilmente sorgono più spesso sono due: costipazione o diarrea. Ma molto spesso le madri cercano un problema in cui non esiste, senza saperlo. Che tipo di sedia dovrebbero essere davvero i loro figli? Scopriamolo.

Quindi, iniziamo con quei bambini felici che sono allattati al seno. La composizione del latte materno è ideale per il tuo bambino e, di conseguenza, il latte può essere assorbito quasi completamente. Il latte materno ha una composizione unica, è, per definizione, l'unica fonte di tutta la vitalità di un bambino nei primi mesi di vita e, in linea di principio, non può danneggiare il bambino. I bambini completamente allattati al seno raramente hanno veri problemi con le feci! Un bambino allattato al seno può avere feci da 10 a 12 volte al giorno, ma a poco a poco, circa un cucchiaino, fino a un grande volume una volta alla settimana. Allo stesso tempo, è considerato abbastanza normale se le feci, come l'acqua, sono sottili quando vengono picchiettate o mollicce. Anche le feci con muco, grumi, pezzi, a volte con "verde", sono una variante della norma. Fai solo attenzione a come si comporta il bambino, se sembra abbastanza sano esteriormente, se sta ingrassando bene. Se questo è il caso, il tuo bambino non ha problemi con una sedia!

Qui sono molto sorpresa da molte mamme che, in assenza di una sedia per un breve periodo, cercano la mitica stitichezza nel loro bambino e iniziano a trattarla con metodi così brutali che voglio dire, "prima di applicare qualsiasi cosa a tuo figlio (sapone nel culo, raccolta con cotton fioc e peggio ancora, termometri di vetro), prova tu stesso questi metodi. " Spiego popolarmente. Quando viene introdotto il sapone, ed è noto per essere un alcali, si provocano irritazione (nella migliore delle ipotesi) o ustioni chimiche della mucosa, questo è abbastanza doloroso per il bambino, non sarà in grado di dirtelo. Come risultato dell'irritazione, otterrai le stesse feci e con esse l'infiammazione del retto. Per quanto riguarda i bastoncini e il termometro - secondo me, e quindi è chiaro, con le tue azioni puoi causare traumi meccanici all'intestino. Inoltre a tutto quanto sopra. Tali stimolanti sopprimono il riflesso naturale di defecare e, di conseguenza, la situazione di tanto in tanto si aggrava. Per indurre un riflesso a defecare nel bambino, deve essere creata una certa pressione nel retto, e quando ci sono poche feci, allora non ci sono feci e, di conseguenza, non ci sono feci, quindi, possono essere necessarie diverse ore o addirittura giorni per accumulare un volume sufficiente e ha fatto il suo lavoro, per la gioia di mamma e papà.

Ma se aggiungi acqua al bambino, "Espumizan", "Smecta", ecc., È inevitabile una violazione del carattere delle feci, poiché interferiamo con il processo fisiologico di colonizzazione dell'intestino con la microflora e interferiamo con la formazione di enzimi normali.

Questo è in generale. E ora mi soffermerò su tutte le "grandi gioie del pannolino"..

Dopo la nascita del bambino, durante i primi due o tre giorni, le sue feci sono rappresentate dal meconio. Questa è una massa di oliva scura accumulata nell'intestino del bambino durante nove mesi di sviluppo intrauterino. Qui e le cellule desquamate della mucosa intestinale e il liquido amniotico ingerito, così il bambino ha addestrato il suo intestino a lavorare fuori dalla mamma. Il meconio ha una consistenza catramosa ed è praticamente inodore. Normalmente, inizia a risaltare dall'intestino verso l'esterno dopo la nascita del bambino. Entro i primi due o tre giorni, dovrebbe risaltare completamente. Inoltre, il carattere della sedia cambia. Diventa più frequente, di consistenza eterogenea (grumi, muco, parte liquida) e di colore (zone di colore verde scuro alternate a giallo-verdastre e addirittura biancastre), più acquoso. La frequenza delle feci e può essere fino a sei o più volte al giorno. Tali feci sono chiamate transitorie e la condizione è chiamata catarro intestinale transitorio. È associato al processo di colonizzazione dell'intestino da parte della microflora. Durante il normale corso della gravidanza, un bambino nasce con un intestino sterile, mentre la vita extrauterina si svolge nel mondo dei microrganismi, dove la flora propria di una persona è di grande importanza. Già al momento della nascita, la pelle e le mucose del bambino sono abitate dalla flora del canale del parto della madre. In futuro, la microflora si forma a causa di microrganismi presenti nell'aria, nel latte materno, nelle mani del personale medico e negli articoli per la cura. I microrganismi, penetrando nella mucosa intestinale, provocano in essa un processo infiammatorio di risposta, che si manifesta sotto forma di catarro intestinale transitorio. Questo processo infiammatorio è una normale manifestazione dell'adattamento del bambino a condizioni esterne alla vita uterina e di solito scompare da solo. Dopo 2-7-10 giorni, le feci diventano di consistenza uniforme (pastose) e di colore (giallo), cessano di contenere muco e si presentano un po 'meno frequentemente. Una così rapida estinzione dell'infiammazione nell'intestino è facilitata dall'allattamento al seno, dalla permanenza congiunta della madre e del bambino, dal rifiuto di biberon e tettarelle in ospedale. È molto importante che il primo e unico alimento del bambino sia il latte materno. Le prime gocce di colostro ricevute da un bambino subito dopo la nascita e durante i primi giorni di vita sono inestimabili per la formazione della normale microflora intestinale.

Dopo che la madre ha stabilito l'allattamento attivo, il bambino ha uno sgabello "maturo", che rimarrà fino all'introduzione di alimenti complementari o integratori. È una pappa gialla omogenea con la consistenza di una sottile panna acida con l'odore del latte acido. Una tale feci indica una buona digestione del latte materno. Per quanto riguarda la normale frequenza delle feci a, la maggior parte dei neonati svuota l'intestino quasi dopo ogni poppata, ovvero il numero di movimenti intestinali al giorno può raggiungere 5-8, e talvolta anche 10.

Tuttavia, esiste una rara variante della norma, quando il latte materno è così completamente digerito che praticamente non rimane nulla nell'intestino e i movimenti intestinali possono verificarsi una volta ogni pochi giorni, a volte anche una volta alla settimana. Ma una tale condizione può essere considerata la norma solo sullo sfondo dell'allattamento al seno completo e soggetta al benessere del bambino (comportamento normale, nessun dolore addominale e sforzo significativo durante i movimenti intestinali). Di norma, questa caratteristica si sviluppa in alcuni bambini non prima di 3 mesi di vita. Le feci sono dominate da bifidobatteri, bastoncini di acido lattico, in una quantità minore - E. coli.

La quantità di feci nel primo mese di vita è di 15 g, quindi aumenta gradualmente fino a 40-50 g per 1-3 movimenti intestinali al giorno. Il numero di movimenti intestinali durante la prima metà della vita può raggiungere 5 volte al giorno e dopo 6 mesi, di solito 2-3 volte al giorno.

Con l'alimentazione artificiale, le feci possono essere le stesse naturali o avere una consistenza più spessa e un colore più scuro e brunastro. La defecazione deve necessariamente avvenire almeno 1 volta al giorno, tutto il resto è considerato stitichezza. Il numero di movimenti intestinali durante la prima metà dell'anno è solitamente 3-4 volte al giorno e nella seconda metà dell'anno - 1-2 volte al giorno. La quantità di feci è di 30-40 g al giorno. Con l'alimentazione artificiale e mista, a causa della predominanza di processi di decomposizione nelle feci, è presente molta E. coli, la flora fermentativa (bifidoflora, bastoncini di acido lattico) è presente in quantità minori. Non va data importanza a una piccola quantità di muco, così come a piccole briciole biancastre, che mostrano solo che il latte contiene grassi in eccesso che il bambino non ha il tempo di digerire.

Lo sgabello dei bambini più grandi è sempre decorato (a forma di salsiccia), di colore marrone scuro e non contiene impurità patologiche (muco, sangue). La frequenza delle feci è di 1-2 volte al giorno..

Quanto sopra è un ideale, ma, sfortunatamente, ci sono alcune deviazioni da questo stato "corretto".

Quale di loro dovrebbe causare preoccupazione per la madre e quale no?

A volte nelle feci del bambino c'è una mescolanza di grumi bianchi, che ricorda la ricotta o il latte acido. Se allo stesso tempo il bambino sta ingrassando normalmente, questa condizione significa un eccesso di cibo. Questo di solito accade se al bambino viene spesso offerto un seno per calmarlo, indipendentemente dalla causa della preoccupazione, e da quando il bambino ha mangiato l'ultima volta. Non c'è niente di sbagliato in questo, solo una certa quantità di proteine ​​e grassi del latte in questo caso è indigeribile e forma un "sedimento" simile nelle feci. Se questa caratteristica delle feci è accompagnata da uno scarso aumento di peso, è molto probabile che si tratti di una quantità insufficiente o di una ridotta attività degli enzimi secreti dalle ghiandole digestive. Se la perdita di peso è significativa e non tende a diminuire, viene eseguita la terapia enzimatica.

In alcuni casi, le feci hanno una consistenza acquosa più sottile del solito, schiume e hanno un odore più aspro. Se il tuo bambino ha un movimento intestinale su una fascia di cotone, potresti essere in grado di vedere una zona di irrigazione intorno alla macchia fecale. Spesso, con questa condizione, le feci possono essere escrete in piccole porzioni anche quando vengono passati i gas. In questo caso, il colore delle feci è solitamente giallo o senape. Sintomi simili possono verificarsi con una digestione insufficiente dei carboidrati. I carboidrati non digeriti, che rimangono nell'intestino in uno stato invariato, "attirano" una grande quantità di acqua nel suo lume, quindi le feci diventano più liquide. Allo stesso tempo, la mancanza dell'enzima lattasi non può digerire tutta quella quantità di zucchero del latte - lattosio - che è stata ricevuta, quindi questo zucchero inizia a fermentare dai batteri intestinali con la formazione di gas, di conseguenza, le feci iniziano a schiumare e vengono rilasciati più gas del solito. Una reazione più acida delle feci con un'igiene insufficiente del bambino può causare lo sviluppo di dermatite da pannolino.

Molti pediatri tendono a diagnosticare in modo sconsiderato e rapido il "deficit di lattasi", che in realtà non è così comune. E cosa succede molto spesso? Cosa devono affrontare costantemente i medici moderni? Con intolleranza al lattosio derivante da un allattamento al seno organizzato in modo improprio. Questo di solito si sviluppa quando l'allattamento al seno non è adeguatamente organizzato. Quando un bambino riceve in alimentazione molto latte anteriore, ricco di lattosio (zucchero del latte), non riceve latte posteriore, che è più grasso e ricco proprio di questo enzima, la lattasi. Se la madre allatta il bambino secondo un programma, e non su richiesta, circa 6-7 volte al giorno, "risparmia" il latte per l'alimentazione, decantare dopo la poppata, trasferisce il bambino all'uno o all'altro seno durante l'allattamento, la probabilità di sviluppare lattosio è molto alta intolleranza. Tra una poppata e l'altra, il seno raccoglie anche principalmente il latte "anteriore", il latte "posteriore", spesso, più grasso, si forma principalmente durante la suzione del bambino. Se la madre trasferisce il bambino 5-10 minuti dopo l'inizio della poppata all'altro seno, ne succhierà il latte anteriore. La mamma esprimerà il latte posteriore. Il bambino non ingrasserà molto bene, a volte solo leggermente. Potrebbe avere feci molli, verdi e schiumose. La mamma penserà di avere del latte cattivo, anche se ce n'è molto.

La stessa situazione può verificarsi se la madre limita il bambino a succhiare, ad esempio, rigorosamente per 15-20 minuti. Il bambino spesso non ha tempo per arrivare al latte posteriore. E inoltre non stimola sufficientemente il seno a produrre latte, se succhia per 15-20 minuti 6-7 volte al giorno.

Molto meno spesso di quanto descritto sopra, c'è una vera indigestione di lattosio - zucchero del latte. Ciò è dovuto alla discrepanza tra la quantità di lattosio fornita con il latte e l'enzima lattasi necessario per la sua digestione, ed è chiamato deficit di lattasi. Ciò non significa sempre una produzione insufficiente dell'enzima corrispondente nel tratto gastrointestinale del bambino. Forse la madre ha una quantità geneticamente elevata di lattosio, o è aumentata a causa di un sovraccarico della sua dieta con latticini, in particolare latte fresco. In alcuni casi, una grave carenza di lattasi va di pari passo con la disbiosi intestinale: una reazione più acida del contenuto intestinale può ostacolare la crescita della normale flora intestinale e un numero insufficiente di microrganismi amici, a sua volta, rende difficile digerire i carboidrati.

Per confermare la diagnosi, è necessario analizzare le feci per i carboidrati. Per risolvere il problema della tattica corretta in questo caso, è necessario tenere conto, ancora una volta, dello stato di salute delle briciole. Non preoccuparti se, nonostante l'aspetto "sbagliato" delle feci, il tuo ometto non soffre di coliche e sta ingrassando normalmente. L'intervento è necessario se il deficit di lattasi è la causa di coliche gravi o sottopeso significative. Prima di tutto, la dieta della madre dovrebbe essere adattata: il primo passo dovrebbe essere l'esclusione del latte fresco dalla dieta, con un'efficacia insufficiente di questa, una riduzione significativa della quantità di prodotti a base di latte fermentato (ad eccezione del formaggio, che praticamente non ha zucchero del latte). Se queste misure non sono sufficienti, il trattamento viene effettuato utilizzando l'enzima lattasi, che viene aggiunto al latte materno durante l'alimentazione. Allo stesso tempo, allo stato attuale, non ha senso trasferire il bambino in una miscela priva di lattosio, e questo è già stato scientificamente provato..

A volte capita che le feci nel pannolino siano verdi, il che provoca il panico tra i giovani genitori. Ciò accade nei neonati e nei lattanti perché la bilirubina immodificata viene escreta nelle feci, che si ossida nell'aria, e quindi le feci hanno un caratteristico colore verdastro.

Succede che le feci "mature" non si stabiliscano da molto tempo, hanno un carattere di transizione per molto tempo: con il verde, a volte con una mescolanza di muco. Ci possono essere diverse ragioni:

- malnutrizione dovuta a mancanza di latte nella madre, suzione insufficientemente attiva, seni stretti, capezzoli invertiti e piatti o per altri motivi (le cosiddette "feci affamate");

- la prevalenza di frutta e verdura nella dieta della madre rispetto ad altri prodotti;

- infiammazione della mucosa intestinale.

Quest'ultima condizione si osserva spesso dopo l'ipossia subita durante il parto o durante la gravidanza, poiché la mucosa intestinale soffre di carenza di ossigeno ed è difficile da recuperare in seguito. Inoltre, l'infiammazione può essere causata dall'influenza di sostanze sintetiche: aromi, conservanti, coloranti presenti nella dieta della madre..

Cosa fare nei casi in cui un bambino non può avere feci normali per molto tempo ?

Prima di tutto, ci si dovrebbe concentrare sul benessere del bambino stesso. Anche i bambini sani che sono allattati esclusivamente al seno possono avere feci di transizione prolungate a. Il fatto è che il corpo umano è un sistema complesso in cui tutto avviene secondo le proprie regole e con una velocità individuale. La colonizzazione dell'intestino con microbi amici del corpo umano non è un compito rapido e difficile. Pertanto, è considerato abbastanza accettabile se, durante il primo mese di vita, il bambino avrà uno sgabello di transizione, a condizione che si senta bene e abbia un aumento sufficiente in altezza e peso. Cosa significa? Secondo le raccomandazioni dell'OMS, l'aumento di peso minimo consentito è di 500 g al mese o, rispettivamente, di 250 g in 2 settimane. La stima dell'aumento di peso in un periodo di tempo più breve è considerata errata. E anche se una tendenza simile (i verdi nelle feci e) persiste in seguito, questa condizione non richiede sempre un trattamento attivo. Se il bambino è sano e allegro, non soffre di dolori addominali, normalmente sta aumentando di altezza e peso, sarebbe più corretto lasciare tutto così com'è. Non è necessario trattare il contenuto del pannolino, devi solo trattare il bambino se qualcosa lo disturba. Non hanno ancora trovato un mezzo migliore del latte materno per creare le condizioni per la corretta colonizzazione della mucosa intestinale con microrganismi benefici.

Affrontare una soluzione medicinale a questo problema (di nuovo, non da solo, ma su consiglio di un medico) dovrebbe essere fatto solo se la salute del bambino ne soffre; ad esempio, ha gravi crampi intestinali, reazioni cutanee allergiche come eruzioni cutanee, prurito o non sta ingrassando abbastanza e cresce.

La sequenza di azioni in tale situazione dovrebbe essere la seguente: se necessario, determinare prima l'aumento di peso nelle ultime due settimane, quindi verificare attentamente e stabilire la dieta materna. Escluso: eccesso di frutta e verdura; prodotti contenenti additivi artificiali (yogurt con ripieni di frutta, salsicce e salsicce, qualsiasi cibo in scatola, succhi industriali, dolciumi, nonché preparati vitaminici sintetici, compresi complessi speciali per l'allattamento). Solo dopo vengono effettuati gli esami: esame scatologico (esame microscopico e chimico delle feci) e analisi delle feci per la flora. La prima analisi mostrerà come stanno andando i processi di digestione e consentirà anche di escludere o confermare la presenza di un processo infiammatorio nell'intestino (un aumento del numero di leucociti, una reazione acutamente acida delle feci e il rilevamento di sangue latente in esso potrebbe indicarlo). Nell'analisi delle feci per la flora, ci si dovrebbe concentrare principalmente sulla presenza di microbi patogeni, che normalmente non dovrebbero essere presenti nell'intestino, oppure il loro numero non dovrebbe superare determinati limiti.

Finalmente il tuo bambino è cresciuto ed è ora di introdurre cibi complementari. Devi sapere che la comparsa di vegetazione nelle feci può verificarsi quando vengono introdotti nuovi piatti nella dieta del bambino..

Come trattarlo?

Innanzitutto va ricordato che una delle cause più comuni di disturbi della biocenosi intestinale è la prescrizione ingiustificatamente precoce di alimenti complementari o integratori vitaminici. Con l'allattamento al seno puro, è ingiustificatamente presto offrire qualsiasi altro alimento, tranne il latte materno, prima dei 6 mesi di età. Con l'alimentazione artificiale, questi periodi possono essere spostati a un appuntamento precedente, ma non più di 1-1,5 mesi. Inoltre, i nutrizionisti sono sempre più contrari alla nomina di succhi di frutta come primo corso aggiuntivo (in contrasto con le opinioni precedenti, secondo cui la nomina di succhi era considerata corretta quasi dal secondo mese di vita!). I succhi sono ricchi di acidi della frutta, che possono avere un effetto eccessivamente aggressivo sulla mucosa intestinale, provocandone anche l'infiammazione. Se, dopo aver prescritto un nuovo piatto, soprattutto vegetale che ha un colore verde, osservi l'aspetto di uno sgabello verde e senza altri sintomi (gonfiore e dolore addominale, eruzione cutanea, cambiamenti di comportamento), non devi preoccuparti. Se l'aspetto delle verdure nelle feci è accompagnato da questi sintomi, l'ulteriore utilizzo del piatto dovrebbe essere interrotto. Una tale reazione a un nuovo piatto può significare lo sviluppo di una reazione allergica o difficoltà a digerirlo e assimilarlo..

Succede che quando i cereali contenenti glutine vengono introdotti nella dieta (tutto tranne riso, grano saraceno e mais), si verifica un cambiamento nelle feci a. Le feci diventano leggerissime, grigiastre-giallastre, schiumose e la mollica, contrariamente alle aspettative, inizia a non ingrassare, ma, al contrario, a dimagrire. Questo può indicare un'intolleranza al glutine - celiachia. In questo caso, dovresti assolutamente contattare un pediatra e condurre un esame prima.

A volte un bambino può avere le cosiddette feci grasse. Per feci oleose si intendono le feci che lasciano macchie di grasso sul pannolino, "schiumando" quando vengono lavate. Questa è una violazione dell'assorbimento dei grassi, che può verificarsi sia con la diarrea che con la stitichezza. I grassi (lipidi) vengono digeriti dall'enzima lipasi, prodotto negli adulti principalmente dal pancreas. A volte c'è un deficit congenito di lipasi, ma nei neonati ci troviamo più spesso di fronte al fatto che la funzione del pancreas semplicemente non è abbastanza matura e la sintesi della lipasi è ridotta. Ciò è particolarmente vero per i neonati prematuri, i bambini con ritardo della crescita intrauterina. Per loro la natura ha creato un'affidabile "corda di sicurezza": il latte materno contiene lipasi, che facilita la digestione dei grassi. Ma se un bambino riceve una nutrizione artificiale, allora l'immaturità della lipasi pancreatica può manifestarsi clinicamente. Oltre all'enzima, è necessaria una certa composizione della bile per digerire i grassi. Pertanto, nei bambini con malattie del fegato e delle vie biliari si possono osservare disturbi del metabolismo dei grassi. Per questi bambini, l'aspetto non solo grasso, ma anche più leggero del solito, è caratteristico. Se tuo figlio ha feci grasse, stitichezza o diarrea, prima di tutto è esclusa la violazione della digestione dei grassi. Per fare ciò, viene eseguito uno studio scatologico (cioè uno studio delle feci - viene eseguito in qualsiasi clinica), vengono controllate le condizioni del fegato e del pancreas (esami ecografici, biochimici e immunologici). Nei casi difficili, questo di solito viene fatto in un ospedale, poiché il viaggio per gli esami è un grave onere per un bambino indebolito ed è meglio monitorare l'efficacia del trattamento in un ospedale. Per i bambini vengono selezionati una dieta e preparati enzimatici contenenti enzimi pancreatici e acidi biliari (un farmaco specifico è raccomandato da un medico, poiché la loro composizione ed efficacia sono diverse e non esiste un farmaco universale adatto in tutti i casi).

Quando preoccuparsi e agire con urgenza?

Cari genitori, ricordate una regola inapplicabile, se vostro figlio ha feci acquose o viscide, vomito e febbre alta e non aumenta di peso, questi sono segni di infezione. Non indugiare a chiamare il medico. Tuo figlio ha bisogno di un aiuto professionale. Il trattamento stesso in tali condizioni è pericoloso, la disidratazione, le convulsioni possono svilupparsi molto rapidamente e questo finirà molto male.

Diarrea causata da un'infezione intestinale. Le infezioni intestinali sono comuni nei neonati. Anche i genitori più puliti e ordinati non possono sempre evitare di sviluppare un'infezione intestinale nel loro bambino. Il fatto è che le funzioni protettive dell'intestino (acidità del succo gastrico, fattori immunitari locali) nei bambini non si sono ancora completamente formate e alcuni degli agenti patogeni che non sono pericolosi per gli adulti possono causare gravi disturbi in un bambino. È molto difficile spiegare a un piccolo ricercatore che non puoi mettere le mani in bocca e tutto ciò che incontra lungo la strada. L'infezione di solito inizia improvvisamente - con dolore addominale (il bambino piange, torce le gambe) e diarrea (a volte con inclusioni di muco, vegetazione, sangue e altre impurità). Le infezioni intestinali possono essere accompagnate da un aumento della temperatura, ma ciò non sempre accade. Se compare uno dei sintomi descritti, assicurati di chiamare un medico e, prima che arrivi, cerca di alleviare le condizioni del bambino con le seguenti misure. Un bambino perde molta acqua e sale con feci molli e può disidratarsi. Per evitare che ciò accada, al bambino deve essere somministrata una delle soluzioni saline disponibili in ogni farmacia, ad esempio oralit, rehydron. L'enterodesi del farmaco, oltre ai sali, contiene anche carbone attivo, che adsorbe le tossine dall'intestino. Cerca di tenere sempre uno di questi farmaci nell'armadietto dei medicinali di casa. Di solito, il bambino non beve molto volentieri durante questo periodo, ma è comunque necessario rimborsargli completamente il volume di liquido che perde con le feci e il vomito (è opportuno misurare questo volume). Se non beve da una bottiglia, il liquido può essere somministrato da un cucchiaio o anche da una pipetta - piccole porzioni di liquido non provocano il vomito tanto quanto quelle grandi. La regola qui è che per ogni feci sciolte vengono somministrati 50 ml e per ogni vomito fino a 100 ml di liquido. È meglio bere in modo frazionato, 3-5 ml (un cucchiaino ogni 5 minuti), poiché un grande volume di liquido bevuto contemporaneamente può provocare il vomito stesso.

Perché non puoi bere solo acqua? Perché molti sali vengono persi con il contenuto intestinale e la loro carenza sarà aggravata se si fornisce un liquido senza sali. Oltre alle soluzioni per reintegrare i liquidi, al bambino possono essere somministrati adsorbenti (smecta, polyphepan, enterosgel) - farmaci che assorbono, come una spugna, le tossine contenute nell'intestino. Ma tieni presente che assorbendo le tossine, questi farmaci non uccidono i batteri patogeni. In grandi quantità, possono portare a stitichezza.

Dovrei nutrire il mio bambino nel bel mezzo di un'infezione intestinale? Sì, feed. Ma la quantità di cibo al giorno dovrebbe essere ridotta di 1 / 3-2 / 3 rispetto al normale (a seconda di quale quantità massima di cibo non porta al vomito). Se il bambino è allattato al seno, continua a nutrirlo con latte materno, ma è meglio che le persone artificiali in tali situazioni diano miscele di latte fermentato. Da mangiare spesso, ma in piccole porzioni. È possibile aggiungere 1/4 compressa del preparato enzimatico mezim-forte a ciascuna poppata. Ecco, forse, tutte le misure che possono essere prese prima dell'arrivo del medico. Non somministrare mai antibiotici a un neonato senza la prescrizione del medico: alcuni degli antibiotici comunemente usati per le infezioni intestinali negli adulti sono controindicati nei neonati (ad esempio il cloramfenicolo). È necessario prestare molta attenzione quando si usano farmaci come l'imodio e altri agenti sintomatici durante l'infanzia - assicurarsi di consultare il proprio medico!

Quale dovrebbe essere l'obiettivo principale della prevenzione delle infezioni? Prima di tutto - sui piatti che vengono usati per il cibo. Deve essere asciutto. Alcune madri fanno bollire le bottiglie a lungo, ma poi lasciano un po 'di umidità al loro interno. L'umidità favorisce la crescita batterica. In secondo luogo, non dovresti versare spesso il cibo da un piatto all'altro: meno spesso lo fai, meglio è. Ecco perché un biberon viene immediatamente attaccato ai moderni tiralatte. Infine, evita di leccare ciucci, cucchiai o altri piatti per bambini. I germi in bocca non sono sempre sicuri per il tuo bambino (ad esempio, i batteri Helicobacter, che causano l'ulcera peptica). I batteri patogeni si trasmettono principalmente da persona a persona, quindi è meglio sciacquare semplicemente un ciuccio caduto a terra con acqua (nel peggiore dei casi, nemmeno lavarlo affatto) piuttosto che leccarlo.

Quindi, riassumerò tutto quanto sopra..

Se tuo figlio ha problemi con le feci, prima di tutto consulta il tuo medico. Le tue paure non sono sempre reali e un trattamento irragionevole a volte fallisce.

Autore: Paretskaya Alena, pediatra,

Project Manager Children's Doctor