Perché fa male nella regione epigastrica (sotto il cucchiaio)? Possibili ragioni

Probabilmente hai sentito più di una volta come succhi o ti fa male allo stomaco dopo una cena abbondante. Il dolore nella regione epigastrica può essere straziante, acuto, ma il più delle volte è un disagio comune che scompare senza problemi. In questo articolo, forniremo 10 ragioni per tale dolore e ci soffermeremo su ciascuna in modo più dettagliato.

Il dolore allo stomaco è dove?

Innanzitutto, definiamo la posizione. Una spiacevole sensazione di trazione o dolore si verifica appena sotto le costole, nella parte superiore dell'addome. Questa zona è chiamata epigastrica o epigastrica. Puoi trovarlo facilmente se tocchi il centro dell'addome appena sotto il punto in cui si chiudono le costole..

Altri sintomi possono includere bruciore di stomaco, gonfiore e gas. Tuttavia, il dolore allo stomaco non è sempre motivo di preoccupazione, soprattutto se si verifica immediatamente dopo aver mangiato..

È importante essere in grado di distinguere tra sensazione spiacevole e dolore dopo qualcosa di innocuo (ad esempio, eccesso di cibo o intolleranza al lattosio) e dolore che si verifica nella regione epigastrica a causa di una malattia sottostante.

Cause del dolore epigastrico

Quindi, qui analizzeremo sia le malattie che causano dolore allo stomaco e le condizioni correlate di cui non dovresti preoccuparti..

Reflusso acido

Si verifica quando parte dell'acido gastrico, insieme al cibo, per qualche motivo viene rigettato nell'esofago. I sintomi tipici sono dolore epigastrico, bruciore al petto e un sapore sgradevole in bocca (bruciore di stomaco).

I casi una tantum non sono un problema. Molto probabilmente, il punto è il cibo troppo abbondante. Tuttavia, se il reflusso acido si ripresenta regolarmente, può svilupparsi in malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Questa è precisamente la condizione che richiede esame e trattamento..

Indigestione (dispepsia)

Questo si riferisce a diversi sintomi correlati che si verificano quando lo stomaco si rifiuta di digerire il cibo. Le ragioni possono essere molto diverse dalla banale incompatibilità dei cibi e dall'eccesso di cibo a un esaurimento nervoso..

Il sintomo più comune della dispepsia è il dolore epigastrico e una sensazione di bruciore al petto subito dopo aver mangiato. Di solito peggiorano quando ci si sdraia o ci si piega quando l'acido inizia a risalire l'esofago..

Sentirsi pieno anche se hai mangiato poco;

Accumulo di gas nell'intestino.

Intolleranza al lattosio (ipolattasia)

Una reazione abbastanza tipica in cui il corpo ha difficoltà a digerire i latticini. Contengono tutti un disaccaride chiamato lattosio. Nei pazienti con ipolattasia, per qualche motivo, non viene prodotta una quantità sufficiente di un enzima (lattasi), che è responsabile della degradazione del lattosio.

Sintomi tipici dell'ipolattasia:

Succhiare sensazione e dolore nella regione epigastrica;

Nausea e vomito.

Alcol

L'alcol con moderazione di solito non causa dolore epigastrico. Tuttavia, più di cinque o sei porzioni al giorno per diverse settimane causeranno naturalmente irritazione allo stomaco e peggioreranno il funzionamento del pancreas..

L'alcol, infatti, è la principale causa di malattie come:

Gastrite. Infiammazione dello stomaco con alterazioni distrofiche e morte delle cellule della mucosa;

Pancreatite Infiammazione e atrofia graduale del pancreas;

Malattia epatica cronica (epatite alcolica, cirrosi).

Tutte queste condizioni possono causare dolore epigastrico, che può variare da sordo e doloroso ad acuto.

Mangiare troppo

Un'altra causa comune e ovvia di dolore allo stomaco è troppo cibo alla volta, specialmente se si tratta di carne. Lo stomaco pieno si allunga e inizia a premere sugli organi più vicini, il che provoca dolore e una spiacevole sensazione di suzione nella parte superiore dell'addome. Può anche rendere difficile la respirazione e portare a reflusso acido.

Ernia dell'apertura esofagea del diaframma

Si verifica quando la parte superiore dello stomaco si sposta nella cavità toracica. Un'ernia non causa sempre dolore o disagio. Molto spesso ci sono:

Una sensazione di bruciore al petto;

Irritazione o dolore alla gola irritata;

Esofagite

L'esofagite è un'infiammazione del rivestimento dell'esofago. È causato da frequenti reflussi di succo gastrico, reazioni allergiche o uso prolungato di farmaci. Di regola, procede sullo sfondo di GERD e altre malattie dello stomaco. Comune negli alcolisti cronici a causa di ustioni da alcol etilico. Se non trattata, l'esofagite porta alla formazione di tessuto cicatriziale nell'esofago..

Sintomi tipici dell'esofagite:

Pressione e dolore doloroso nella regione epigastrica a causa del fatto che l'esofagite di solito si forma nella parte inferiore dell'esofago;

Sapore aspro in bocca;

Tosse, raucedine;

Difficoltà, dolore durante la deglutizione.

Gastrite

Infiammazione della mucosa - questa volta lo stomaco. Può verificarsi a causa di un'alimentazione di scarsa qualità, alcol, infezioni batteriche (principalmente Helicobacter Pylori) e ridotta funzione immunitaria. Può essere acuto, accompagnato da un forte dolore al taglio nell'epigastrio, o cronico (dispepsia funzionale) con esacerbazioni periodiche.

Ulcera allo stomaco

Una complicazione della gastrite è l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale 12. A questo punto, l'epitelio diventa così sottile che il contenuto dello stomaco inizia a danneggiare le sue pareti..

Le ulcere allo stomaco possono essere causate da un'infezione batterica, troppi farmaci (come l'aspirina), alcolismo.

In un modo o nell'altro, il dolore acuto nella regione epigastrica è considerato il sintomo principale di un'ulcera. Di solito si verificano a stomaco vuoto. Altri segni:

Nausea e vomito dopo aver mangiato;

Sensazione di pienezza nello stomaco;

Diminuzione del peso corporeo;

Eruttazione acida e bruciore di stomaco.

Nei casi avanzati, l'ulcera è accompagnata da emorragia interna con tutti i suoi sintomi intrinseci: pallore, debolezza, mancanza di respiro.

L'esofago di Barrett

È caratterizzato dalla metaplasia - cioè la sostituzione delle cellule epiteliali piatte, caratteristiche dell'esofago, con quelle cilindriche - che sono più caratteristiche dell'intestino. L'esofago di Barrett è una condizione molto grave considerata un fattore di rischio per il cancro esofageo. Altri fattori: fumo, consumo di alcol, obesità, GERD.

L'esofago di Barrett non ha sintomi caratteristici. Se la causa sottostante è GERD, potresti riscontrare:

Mal di gola e raucedine;

Sapore aspro in bocca;

Difficoltà a deglutire.

Infiammazione della cistifellea o malattia dei calcoli biliari

Il dolore nella regione epigastrica potrebbe non essere affatto associato allo stomaco o al pancreas. Il motivo potrebbe risiedere nella cistifellea: la sua infiammazione (colecistite) può provocare dolore nella parte destra dell'addome di varia intensità, che può essere somministrato all'epigastrio.

Gonfiore e dolore;

Un forte aumento della temperatura;

Dolore epigastrico durante la gravidanza

Un leggero dolore di suzione allo stomaco è molto comune durante la gravidanza a causa della pressione sull'addome dall'utero in crescita. I sintomi possono peggiorare dopo una notte di riposo e dopo aver dormito in una determinata posizione.

Inoltre, i livelli ormonali cambiano, il che influisce sulla digestione di una donna. Un altro tipico sintomo gastroenterologico è il bruciore di stomaco..

Dolore epigastrico: quando vedere un medico

Quindi, alcune delle cause del dolore epigastrico non richiedono un'attenzione particolare. Tuttavia, se la sensazione di suzione e il disagio ti perseguitano troppo spesso (da tre a 5 volte a settimana), per ogni evenienza, consulta un gastroenterologo. Potrebbe essere necessario apportare aggiustamenti dietetici e cambiamenti nello stile di vita

Se il dolore si verifica a causa dell'assunzione di determinati farmaci, come i FANS, smetti di prenderli per un po '.

Indubbiamente, il dolore epigastrico acuto richiede cure mediche urgenti. Chiama un'ambulanza se è accompagnata da:

Vomito abbondante, con o senza sangue;

Sangue nelle feci (marrone scuro o nero catramoso).

Lo stesso vale per il dolore doloroso prolungato, che a volte può peggiorare (ad esempio dopo aver mangiato) e regredire. Presta attenzione a questi sintomi:

Difficoltà a respirare e / o deglutire;

Perdita di appetito e costante sensazione di sazietà, anche se non hai mangiato nulla;

Assicurati di consultare il tuo medico se i sintomi persistono per diversi giorni senza molto miglioramento. Molte cause di dolore epigastrico sono facili da trattare, anche se la causa è una condizione cronica. Non trascurare l'assistenza medica!

Dolore all'epigastrio: cosa può essere, dov'è la regione epigastrica

Il dolore nella regione epigastrica porta molto disagio e può essere il risultato di gravi malattie.

In caso di dolore acuto, consultare immediatamente un medico. Può essere un attacco di gastrite, un'ulcera aperta o anche un'appendicite acuta..

  1. Qual è la regione epigastrica (epigastrio) e dove si trova?
  2. Cause di dolore nella regione epigastrica (malattia)
  3. Gastrite
  4. Ulcera allo stomaco
  5. Ostruzione gastrointestinale
  6. Stenosi esofagea
  7. Ernia dell'apertura esofagea del diaframma
  8. Pancreatite acuta
  9. Criptosporidiosi
  10. Peritonite secondaria
  11. Cosa fare, quali misure adottare in caso di dolore nella regione epigastrica
  12. Assistenza medica, quale medico contattare

Qual è la regione epigastrica (epigastrio) e dove si trova?

Regione epigastrica (epigastrio) - l'area immediatamente sotto il processo xifoideo, corrispondente alla proiezione dello stomaco sulla parete addominale anteriore.

Mettendo la mano nel punto in cui terminano le costole, troviamo il cosiddetto plesso solare. Questa sarà la regione epigastrica..

Cause di dolore nella regione epigastrica (malattia)

Il dolore nel dolore epigastrico prefigura principalmente eventuali problemi nel sistema digestivo. Il dolore può essere diviso:

  • dolore acuto e improvviso. Molto probabilmente, è pancreatite, ulcera duodenale, colecistite;
  • acuto e improvviso. Presumibilmente avvelenamento o ustione chimica;
  • dolore acuto e molto forte, "come se si tagliasse lo stomaco con un coltello". Questa è una svolta di un'ulcera nella cavità addominale;
  • dolore doloroso con sensazione di bruciore indica gastrite, soprattutto se si verifica dopo aver mangiato;
  • il dolore che assomiglia ai dolori del travaglio indica un'infiammazione intestinale o un'ulcera aperta. Può anche essere un indicatore di un'infezione intestinale;
  • il dolore, in cui l'epigastrio è come se fosse attraversato, quando si cambia la posizione del corpo è una conseguenza della cattiva circolazione sanguigna o di un processo infiammatorio;
  • il dolore costantemente doloroso può essere il risultato di cancro o polipi;
  • la sindrome del dolore sordo con dolore all'ombelico parla di appendicite;
  • il dolore intenso, che diminuisce dopo 2-3 giorni, indica la comparsa di colite.

Diamo un'occhiata a ciascun problema separatamente..

Gastrite

La gastrite è una condizione comune nelle persone che sono irregolari nei loro pasti o mangiano in movimento.

Oggi sempre più medici diagnosticano studenti, impiegati e tutti coloro che non possono indulgere con il normale cibo fatto in casa, ma mangiano fast food..

Per capire se c'è la gastrite, basta ascoltare te stesso. Se c'è dolore epigastrico dopo aver mangiato, è necessario consultare un gastroenterologo.

La gastrite è un'infiammazione del rivestimento dello stomaco. Può essere suddiviso a monte in acuto e cronico.

In secondo luogo, è spaventoso a causa dei rischi di ulcere e tumori cancerosi nello stomaco..

Esistono diversi tipi di gastrite, vale a dire: atrofica, erosiva, poliposi, ipertrofica.

Il medico può determinare con precisione il tipo di malattia dopo una gastroscopia. Durante l'esame, il medico, dopo aver preparato il paziente attraverso la bocca, introduce un endoscopio ed esamina la superficie dell'esofago, dello stomaco e del duodeno. L'esame deve essere eseguito con attenzione, poiché la patologia può essere localizzata in diverse parti della cavità addominale.

Ulcera allo stomaco

Un'ulcera allo stomaco è una conseguenza della gastrite trascurata e non trattata. L'ulcera potrebbe non apparire in alcun modo (cioè un'ulcera silente). Un'ulcera allo stomaco che è dolorosa è chiamata ulcera urlante. Una diagnosi accurata può essere determinata solo dopo un esame gastroscopico.

Con un'ulcera peptica, il dolore nella regione epigastrica inizia 3-4 ore dopo aver mangiato. Il dolore è accompagnato da nausea e vomito, pesantezza all'addome, eruttazione. Non si può scherzare con un'ulcera peptica, perché può portare a sanguinamento, peritonite e avvelenamento del sangue, a causa dell'ingresso di virus attraverso le ferite nello stomaco.

Un'ulcera viene trattata in modo complesso, prescrivendo antibiotici, antiacidi e farmaci che avvolgono la mucosa, proteggendola così (Phosphalugel gel, Rutacid, Almagel). Con una tale malattia, è semplicemente necessario aderire a una dieta rigorosa. Non puoi mangiare fritto, grasso, piccante, è meglio rinunciare a tè, caffè e alcol. Attenersi a tutto magro, bollito, al vapore.

Puoi mangiare acqua minerale.

Ostruzione gastrointestinale

L'ostruzione gastrica e intestinale si verifica negli adulti e nei giovani pazienti. I bambini che allattano al seno che hanno appena introdotto alimenti complementari possono soffrire di questa malattia. Il tratto digestivo di un neonato potrebbe non essere pronto ad accettare nuovo cibo, a seguito del quale appare una tale malattia. Pertanto, è necessario monitorare rigorosamente l'alimentazione del bambino. In nessun caso, non dare cibo che il bambino non può essere in base alla fascia di età.

Negli adulti, questa malattia può svilupparsi a causa di ulcera peptica, ernia, processi infiammatori nell'intestino. Allo stesso tempo, c'è un restringimento del piloro dello stomaco, dove sembra essere intasato. Ci sono dolori all'epigastrio, dopo aver mangiato e c'è un rilascio involontario di prodotti all'esterno.

In rari casi, il vomito si verifica con l'odore di marciume, sangue. In questo caso, può essere prescritto un intervento chirurgico o un trattamento conservativo..

Stenosi esofagea

Con la stenosi esofagea, viene diagnosticata una diminuzione del diametro dell'esofago. Con una tale diagnosi, i segni principali sono:

  • vomito;
  • salivazione (secrezione delle ghiandole salivari della saliva);
  • eruttare con l'aria dopo aver mangiato;
  • dolore all'esofago;
  • disfagia (disturbo dell'atto di deglutizione).

Le malattie si dividono in: congenite e acquisite. Il secondo può svilupparsi a causa di ernia, gastrite acuta, ulcera peptica, con tossicosi nelle donne in gravidanza, esofagite infettiva.

Durante il trattamento del paziente, vengono inseriti cateteri che gli consentono di ingerire il cibo. In casi difficili, vengono eseguite le operazioni.

Ernia dell'apertura esofagea del diaframma

Con un'ernia iatale, parte dello stomaco sporge ed è compromessa dal diaframma. Il dolore epigastrico dopo aver mangiato tormenta notevolmente i pazienti con grandi ernie. I piccoli pazienti di solito non infastidiscono i pazienti. Con una grande ernia, il cibo nello stomaco viene rigettato nell'esofago. Questo porta a eruttazione, bruciore e dolore nella regione epigastrica..

Tale malattia appare dopo lesioni, aumento della pressione intra-addominale, tosse persistente, sovraccarico della cavità addominale.

Pancreatite acuta

Quando l'epigastrio fa male, potrebbe essere dovuto a un attacco di pancreatite. In questo caso, il pancreas si infiamma e si verifica un dolore acuto. Se il pancreas fa male e puoi sopportare il dolore, non ritardare la visita dal medico, sottoponiti all'esame necessario. Meglio iniziare un trattamento precoce che essere ricoverato in ospedale con complicazioni.

La pancreatite acuta si manifesta con vomito, disturbi alle feci, forte dolore e febbre. In questo caso, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza..

Questa malattia inizia a svilupparsi a causa del ristagno del succo gastrico. Il condotto viene bloccato da un sasso o da un edema, mentre il succo viene prodotto e comincia a "mangiarsi" se stesso. Pertanto, in questi casi è impossibile esitare, tutto può finire con la morte. Questa malattia non risparmia nessuno, le persone a rischio sono a rischio di stress.

Per identificare la malattia, vengono prescritti un'ecografia e un emocromo completo. Con gravi cambiamenti nel pancreas, viene prescritta una risonanza magnetica. Ciò consente di esaminare il problema da tutti i lati..

Criptosporidiosi

La criptosporidiosi è un'infezione intestinale causata dal batterio Cryptosporidium. Con esso soffrono l'epigastrio e l'intero tratto digerente. La malattia procede con feci acquose liquide, vomito, tagli nell'addome, che si irradiano alla schiena. Con una manifestazione cronica della malattia, le ricadute si ripresenteranno ancora e ancora..

L'infezione si verifica da persona a persona, da animale a persona. Per la prevenzione, dovresti usare le regole dell'igiene personale. Il periodo di incubazione varia da una a due settimane. Il trattamento per le persone con una forte immunità è semplice e veloce. I pazienti con AIDS e infezione da HIV possono essere trattati per un massimo di sei mesi.

Peritonite secondaria

La peritonite provoca infiammazione e infezione della cavità addominale. Questo processo è una forte complicazione delle malattie degli organi addominali. Questa malattia è chiamata "stomaco acuto".

La peritonite si sviluppa nel 14-21% dei casi in pazienti con malattie chirurgiche acute e la necessità di laparotomia urgente è di circa il 41%. Morti dovute a complicazioni in circa il 56% dei casi.

Esiti letali si verificano a causa di: trattamento del paziente nell'ultimo stadio della malattia, età avanzata del paziente, malati di cancro, errori durante le operazioni.

Cosa fare, quali misure adottare in caso di dolore nella regione epigastrica

Solitamente vengono utilizzati farmaci per trattamenti quali: Nosh-Pa, Almagel, Gastal, Festal, ecc.

Se una persona inizia a notare bruciore di stomaco, rari dolori e disagio allo stomaco e agli organi digestivi, allora è meglio riconsiderare la propria dieta, prestare attenzione alla quantità e alla qualità dei cibi consumati. Puoi seguire una dieta, sbarazzarti di cibi eccessivamente grassi e piccanti.

L'alcol brucia il rivestimento dello stomaco ed è quindi malsano. Anche il cibo che non viene masticato è malsano. L'inizio del processo digestivo avviene già in bocca, quando gli enzimi della saliva iniziano a processare lentamente il cibo.

Una nutrizione costante e una dieta completa possono aiutare a sbarazzarsi delle fasi iniziali dei problemi digestivi. È necessario prendere il cibo all'incirca nello stesso momento, mangiare un po ', escludere le bevande gassate. E includi anche prodotti a base di latte fermentato, zuppe e acqua minerale nella dieta.

Per una sana digestione, ci sono alcuni suggerimenti da seguire:

  • mangiare piccole quantità di cibo, una porzione dovrebbe avere le dimensioni di un bicchiere. È meglio mangiare più spesso, ma in piccole porzioni;
  • il digiuno per le persone affette da gastrite è controindicato. Meglio bere un bicchiere d'acqua o succo di frutta;
  • l'ultimo pasto dovrebbe essere 3-4 ore prima di coricarsi. Il cibo per la notte si sdraia con un carico denso nello stomaco, non gli permette di riposare ed è la ragione per fermare il lavoro dello stomaco;
  • non mangiare cibi scaduti. Quindi puoi essere avvelenato;
  • fast food e cibi pronti devono essere rifiutati! Le sostanze aggiunte per conservare questi alimenti sono molto nocive;
  • pasti pesanti con grassi e molti dolci è meglio lasciarli prima di pranzo. Durante questo periodo, lo stomaco funziona meglio e rilascia calorie per l'energia piuttosto che il grasso;
  • più all'aperto, camminando nella natura. Questo sarà utile per tutto il corpo e, soprattutto, ripristinerà il sistema nervoso e consentirà di lavorare con piena forza;
  • è meglio non bere alcolici e, se davvero dovessi, non esagerare;
  • per le persone con gastrite, è meglio bere più acqua in modo che lavi le pareti dello stomaco. Anche l'acqua con un cucchiaio di miele sarà molto utile;
  • la mattina dopo aver dormito è necessario bere un bicchiere di acqua pulita, non caffè e tè come siamo abituati.

Assistenza medica, quale medico contattare

Il dolore allo stomaco deve essere trattato da uno specialista. Se non sai dove andare e hai dei dubbi, vai dal terapista, ti mostrerà la strada giusta. Medico che si occupa della cura delle malattie del tratto gastrointestinale - gastroenterologo.

Il trattamento delle malattie ha lo scopo di neutralizzare l'acido cloridrico nello stomaco. Molte persone in questi casi prendono un cucchiaio di soda e acqua, ma questo non è del tutto corretto. In questo caso, c'è la possibilità di ulcere allo stomaco...

Il gastroenterologo prescriverà i seguenti test:

  • analisi del sangue generale;
  • esofagogastroduodenofibroscopia (EFGDS);
  • procedura ecografica;
  • colonscopia;
  • coprogramma (test fecale) e analisi generale delle urine per l'amilasi;

Dopo lo studio, il medico prescriverà i farmaci più efficaci per eliminare il focus della malattia e prevenirne ulteriori manifestazioni..

La temperatura indica sempre processi infiammatori nel corpo. Con questa combinazione di circostanze, non puoi auto-medicare. Hai bisogno di vedere uno specialista. Per trovare una diagnosi accurata, devi segnalare tutti i sintomi senza nasconderti, perché questa è la tua salute e non stanno scherzando con lui.

È necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni del medico e non impegnarsi in sabotaggi del proprio corpo.

Ovviamente, ogni persona vuole vivere una vita lunga e felice e uno dei componenti principali è la salute umana. Deve essere protetto fin dall'inizio e non lasciare che tutto faccia il suo corso, "forse passerà". La cosa più importante è un'alimentazione e un regime corretti e di alta qualità. Contattare gli specialisti in tempo, ottenere un trattamento, sottoporsi a un esame.

Cosa causa dolore nella regione epigastrica? Cause e trattamento

Regione epigastrica: dov'è? Questa domanda sorge sempre in modo inappropriato: quando una persona ha mal di pancia.

È allora che c'è bisogno di andare dal medico e non puoi fare a meno di descrivere i tuoi sentimenti e la loro localizzazione..

Per trasmettere correttamente i nostri reclami e aiutare il medico a fare la diagnosi corretta, impareremo di più sulla regione epigastrica: cos'è, dove si trova e quali sono le cause del dolore in questa zona addominale.

Regione epigastrica: caratteristiche della topografia

Regio epigastrica o epigastrum è una delle 9 divisioni condizionali in cui è suddiviso lo stomaco.

Clicca sulla foto per ingrandire

Per facilitare la navigazione dei medici, è diviso da 2 linee orizzontali in 3 sezioni:

Aree dell'addomeStrutture all'interno delle regioniOrgani situati in queste aree
EpigastrioDirettamente epigastrio, regioni ipocondriache a sinistra ea destra.Stomaco, pancreas, milza, duodeno, fegato, ghiandole surrenali.
MesogastrioParaombelicale, laterale sinistro e destro.Intestino tenue
IpogastrioSovrapubica, iliaca (sinistra, destra).Colon

La regione epigastrica è anche chiamata "epigastrica" ​​o semplicemente "fossa". In alternativa, viene utilizzato il nome "zona epigastrica". La sua localizzazione: lo spazio tra il processo xifoideo e le ultime costole.

Ha la forma di un triangolo con angoli uguali. Nella regione epigastrica c'è un "plesso solare" - un'area con un'alta concentrazione di fibre nervose.

Caratteristiche della diagnosi delle malattie epigastriche

Per studiare lo stato dell'epigastrio, esistono molti metodi specifici volti a diagnosticare malattie degli organi situati in questa zona. Più popolare:

  • La VES, o velocità di sedimentazione eritrocitaria, è un modo semplice ed economico di esame, che indica la presenza di patologie infiammatorie. La VES è determinata attraverso il sangue.
  • Analisi delle urine: consente di identificare la presenza di infezione nei reni, nel tratto urinario e anche di sospettare la presenza di malattie in cui i reni e la vescica possono essere coinvolti nel processo patologico.
  • La biochimica del sangue è un'analisi obbligatoria se sospetti disturbi al pancreas e al fegato, con il suo aiuto puoi determinare la presenza di alcuni enzimi.
  • Esame endoscopico: eseguito per esaminare l'esofago e lo stomaco. Durante la procedura, il medico riceve un campione di tessuto, che viene quindi inviato per una biopsia e può anche prelevare un campione di succo gastrico. Con l'aiuto dell'endoscopia, gastrite, ulcere, tumori, polipi e altre malattie dello stomaco vengono rilevati con elevata precisione.
  • Esame a raggi X ed ecografia del peritoneo: fornisce un quadro accurato dello stato degli organi interni situati nella cavità.

Inoltre, quando gli ultrasuoni e i raggi X non forniscono dati accurati, vengono prescritte la RM e la TC. Queste tecniche consentono di studiare lo stato degli organi a strati. L'ECG viene eseguito nei casi in cui vi è il sospetto di malattie cardiache.

Una visita medica quando compaiono sintomi spiacevoli nella regione epigastrica è uno schema passo-passo ben sviluppato per lo studio degli organi e dei risultati dei test. Nella maggior parte dei casi, i medici ricevono una diagnosi accurata al 100% utilizzando solo questo elenco di metodi..

Perché si verifica dolore epigastrico??

Nelle zone epigastrica ed ipogastrica i dolori sono di varia natura e intensità.

Dopo aver mangiato si osserva un dolore lieve, un dolore più intenso può verificarsi spontaneamente e irradiarsi al torace, alla scapola, al collo.

Sono causati da malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale e non solo..

  • La distensione e il formicolio nella regione epigastrica indicano ulcera gastrica, ernia o presenza di calcoli nella cistifellea.
  • L'aggiunta di bruciore di stomaco indica una malattia da reflusso.
  • La sensazione di pesantezza nell'addome si manifesta durante la gravidanza. Le fluttuazioni dello sfondo ormonale influenzano lo stato del tratto gastrointestinale: il processo di digestione rallenta, la pressione nella cavità addominale aumenta gradualmente. Le donne hanno problemi con i movimenti intestinali.

Un altro articolo su questo argomento: Cos'è l'esofagite da reflusso catarrale?

Le cause più comuni di disagio nella regione epigastrica sono patologie gastrointestinali:

  1. gastrite;
  2. epatite;
  3. oncologia;
  4. pancreatite;
  5. esofagite;
  6. volvolo;
  7. infiammazione dell'appendicite e sue complicanze;
  8. condizioni ulcerose (perforazione, emorragia interna).

Succede che il dolore nella regione epigastrica è associato non solo a malattie dell'apparato digerente.

Viene diagnosticato anche quando:

  • infarto miocardico;
  • angina pectoris;
  • pneumotorace;
  • pleurite;
  • asma (quando c'è una tosse cronica);
  • effetti collaterali dopo l'assunzione di farmaci;
  • uretrite.

Trattamento di aspirazione dello stomaco

Il primo passo è capire perché lo stomaco inizia a succhiare e vomitare costantemente. Per fare ciò, è necessario contattare uno specialista e parlare dei sintomi associati. Il medico ascolterà i reclami e indirizzerà il paziente per un esame.

Si basa sulle seguenti attività:

  • diagnostica ecografica;
  • donazione di sangue, urina e feci per analisi;
  • fibrogastroduodenoscopia;
  • colonscopia;
  • Esame a raggi X con contrasto;
  • consultazione con un gastroenterologo, psicoterapeuta.

Dopo la diagnosi, viene prescritto un ciclo di terapia farmacologica. In media, sono da 10 a 14 giorni. Il trattamento per una sensazione di suzione comporta non solo l'assunzione di farmaci, ma anche l'uso di rimedi popolari, seguendo alcune raccomandazioni e una dieta rigorosa.

Un decotto alle erbe aiuterà a calmare il sistema nervoso. Per la sua preparazione vengono prese uguali quantità di camomilla, valeriana, salvia, motherwort. La miscela viene versata con acqua bollita e infusa per almeno due ore. È meglio bere il prodotto finito la sera o dopo i pasti..

Le sensazioni spiacevoli aiuteranno a rimuovere le infusioni a base di succo di cetriolo, erba di San Giovanni, caprifoglio, piantaggine, erba di San Giovanni. Devono essere assunti prima dei pasti o un'ora dopo i pasti. Hanno un effetto benefico sulla funzionalità dell'intero apparato digerente..

Devi anche prenderti cura di una corretta alimentazione. Cibi fritti, spezie, spezie, carni affumicate, carni grasse e pesce dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Il cibo dovrebbe essere cotto a vapore, bollito o stufato. A prima vista, il cibo potrebbe non sembrare gustoso. Ma ci sono molti modi per cucinare.

Anche gli alcolici e le bevande gassate sono esclusi dalla dieta. Il regime di consumo può consistere in succhi naturali di frutta e verdura, bevande alla frutta, composta, decotti, tè. Il caffè è limitato.

È meglio mangiare spesso, ma a poco a poco. Con gastrite o ulcere durante un'esacerbazione, dovresti rifiutarti completamente di mangiare per uno o due giorni. Questo ridurrà il dolore. Il numero di pasti al giorno va da 5 a 7 volte. E la porzione stessa non dovrebbe superare i 200 grammi alla volta..

A tutto ciò, i medici danno diverse raccomandazioni importanti:

  1. Evita le situazioni stressanti quando possibile. Meglio cambiare lavoro in uno più rilassato.
  2. Rafforza il sistema nervoso con i sedativi.
  3. Cammina all'aria aperta più spesso. Ogni volta dopo il lavoro è meglio fare alcune fermate fino a casa. La durata della passeggiata nei giorni feriali dovrebbe essere di 30-40 minuti. Nei fine settimana è meglio immergersi nella natura.
  4. Fai sport, esercizio, esercizio. Ciò non solo avrà un effetto benefico sul sistema nervoso, ma influenzerà anche la digestione e le strutture muscolari. Yoga, meditazione, nuoto, stretching aiutano ad alleviare lo stress,
  5. Fare il pieno di energie. Devi dormire almeno 8 ore al giorno. Il sonno diurno è benefico.
  6. Evita gli spuntini in fuga e elimina fast food, cibi pronti e spezie. Limita l'assunzione di dolci e cibi ricchi di amido. Il cibo deve essere masticato accuratamente. Non lavare il cibo con bevande zuccherate. Interrompono la composizione del succo gastrico. E di notte, bevi prodotti a base di latte fermentato sotto forma di kefir, yogurt, yogurt.

Se segui tutte le regole, sarai in grado di evitare gravi problemi. Ma se i sintomi continuano a disturbare, non dovresti auto-medicare. Ai primi segni di patologia, è necessario visitare uno specialista e sottoporsi a un corso di terapia farmacologica.

A volte dopo aver mangiato c'è disagio, sembra di "risucchiare lo stomaco"... Cos'è e come minaccia?

Sin dai tempi antichi, un "cucchiaio" è stato chiamato una depressione tra le costole sopra lo stomaco. Questa cavità ha la forma di un cucchiaio e quindi l'espressione "succhia sotto il cucchiaio" è scomparsa. In precedenza, questa sensazione era considerata esclusivamente di natura nervosa, ma ora è diventato chiaro che non solo...

È anche un fenomeno gastroenterologico.!

Caratteristiche del dolore

Il dolore epigastrico è il disturbo più comune con cui il paziente viene dal medico.

È importante sapere quale area dell'addome fa male e qual è la natura del dolore - è importante presentare correttamente i tuoi sentimenti a uno specialista.

  • La sindrome dell'intestino irritabile è sempre un disagio epigastrico prolungato. È associato a gonfiore e problemi con i movimenti intestinali (cambiamenti di colore e consistenza delle feci).
  • Le ulcere gastrointestinali sono accompagnate da un forte dolore. Dolore epigastrico, acuto, pugnale. Il loro miglioramento si osserva quando le raccomandazioni dietetiche non vengono seguite. I sintomi compaiono di notte. Il dolore al pugnale è un segno che un'ulcera si è perforata.
  • Con l'infiammazione della mucosa gastrica, il dolore è sordo e doloroso. Dà costantemente problemi al paziente. La sua intensità aumenta dopo aver mangiato. Lo stesso "schema" patologico si osserva con un tumore maligno dello stomaco. In questo caso, c'è un ispessimento del fegato, perdita di peso corporeo.
  • Con l'infiammazione del pancreas, c'è un dolore spastico anulare che si irradia alla schiena.
  • Per le patologie della cistifellea, è caratteristico il dolore locale lancinante nell'epigastrico. È persistente, accompagnato da vomito.
  • Anche le malattie cardiovascolari, come la rottura dell'aneurisma aortico, causano dolore nella regione epigastrica. Il paziente avverte un forte dolore pressante che si irradia alla zona lombare e inguinale. In questo caso, può verificarsi un collasso cardiaco, che porta alla morte in pochi minuti..

Riassumendo

Una sensazione di suzione, fastidio o addirittura dolore nella regione epigastrica è un sintomo che quasi tutti hanno riscontrato. È importante essere in grado di distinguere quando questo disturbo è associato a fattori esterni o lieve fame. Il dolore regolare allo stomaco è un segno che è sciocco ignorare. In quest'area vengono proiettati organi importanti, violazioni in cui possono seriamente compromettere la qualità della vita e portare a cure a lungo termine..

Visita un medico qualificato

Ti consigliamo di non posticipare la tua visita dal medico se la regione epigastrica si ricorda troppo spesso. Forse la patologia non verrà trovata, ma lo specialista aiuterà ad adattare la dieta e lo stile di vita in generale, in modo che il disagio sia disturbato il più raramente possibile..

Altri sintomi nella regione epigastrica

Oltre al dolore di vario genere nell'epigastrio, ci sono altri segni patologici caratteristici di una particolare malattia.

È grazie ai seguenti sintomi che il medico fa una diagnosi affidabile:

  1. Con l'infiammazione della mucosa gastrica, l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale 12, il paziente non si preoccupa solo del dolore. Nausea e disagio insormontabile nella regione epigastrica a stomaco vuoto sono sintomi che si verificano con queste malattie.
  2. Pallore della pelle, rallentamento del polso e perdita di coscienza: tutto ciò si osserva con un'ulcera perforante. Il paziente ha una tensione muscolare addominale. L'emorragia interna è fatale, quindi è necessaria un'attenzione medica immediata in questa condizione..
  3. Le sensazioni dolorose si risolvono con le ulcere sanguinanti. Tuttavia, si verificano altri sintomi allarmanti: vomito con una miscela di sangue, feci nere (anche con sangue), grave debolezza e pelle pallida.
  4. Le formazioni maligne del tratto gastrointestinale non si manifestano per molto tempo. Nel tempo, le prestazioni e l'appetito di una persona diminuiscono. Sta perdendo peso intensamente. Febbre alta e sudorazione diventano i suoi "compagni" costanti.
  5. Con le pietre nella cistifellea, viene diagnosticata la gravità nell'area mesogastrica. È accompagnata dalla sindrome del dolore, la cui intensità aumenta con la tosse. Gli spasmi sono definiti nell'ipocondrio a destra. Il giallo della pelle si unisce.
  6. I fenomeni infiammatori nel pancreas sono accompagnati da sensazioni spiacevoli di natura cintura. Il paziente lamenta spesso stitichezza e mancanza di brontolii abituali nell'addome.

Un altro articolo su questo argomento: Cos'è la colesterosi della colecisti? Sintomi e trattamento

Dolore epigastrico: cause

Medici di diverse specializzazioni possono identificare la causa del dolore. Ma se il paziente sviluppa regolarmente dolore nella regione epigastrica dopo aver mangiato, viene prescritto un esame completo..

Questo viene fatto per identificare la vera causa del disagio e iniziare il trattamento della patologia..

Prima di condurre un esame, il medico prescrive una serie di test, assicurati di controllare sangue, urina, feci.

Cos'altro prescrive il medico:

  • Ecografia addominale.
  • Vari test.
  • Raggi X degli organi interni.
  • Altre procedure prescritte da un medico.

Dopo che tutti i test ei risultati della ricerca sono stati raccolti, il medico può fare una diagnosi. Per essere sicuro della diagnosi, il medico deve escludere la possibilità di sviluppare un'altra malattia, che può manifestarsi con gli stessi sintomi..

Il medico prescrive un trattamento basato sulla diagnosi. Nella forma abituale del decorso della malattia, questo può essere un trattamento ambulatoriale, pillole, dieta e altre precauzioni sono prescritte.

Se il paziente è in una fase grave, può essere raccomandato il ricovero in ospedale.

Se c'è una pesantezza nell'epigastrio, non aspettare che passi da solo, è meglio consultare uno specialista e identificare le cause della formazione del dolore. È imperativo sottoporsi a un esame completo e iniziare il trattamento in tempo.

Dipende dall'efficacia del trattamento, dalla rapidità con cui passerà il disagio nella regione epigastrica. La malattia richiede molta energia da una persona, quindi non dovresti trascurare la tua salute..

Il dolore epigastrico (dolore nel foro) varia ampiamente. Possono indicare una malattia di uno degli organi in cui si avverte il dolore. Possono anche essere un sintomo di una malattia d'organo più distante. Il dolore acuto e prolungato nella regione epigastrica richiede la consultazione con un medico e spesso anche l'intervento di un chirurgo. Il dolore lieve è solitamente più facile da controllare.

Malattia da reflusso gastroesofageo: una sindrome di disturbi causati dal contenuto del contenuto dello stomaco nell'esofago, dove avviene la connessione esofago-stomaco. Il contenuto acido dello stomaco, ritirandosi nell'esofago, causa sintomi spiacevoli come bruciore di stomaco, eruttazione, ritorno del contenuto dello stomaco e sensazione di bruciore nell'esofago. Si avvertono anche bruciore e dolore dietro lo sterno e nell'epigastrio. La malattia peggiora, soprattutto quando ci si sdraia e ci si china.

Calcolo della cistifellea: la condizione è caratterizzata da depositi nella cistifellea da sostanze chimiche presenti nella bile. Questo si manifesta con un dolore bruciante sul lato destro sotto le costole, a volte il dolore si irradia alla scapola.

Ulcere gastriche e duodenali: la malattia può manifestarsi improvvisamente (ulcera acuta) o come malattia cronica ricorrente (solitamente associata a un'ulcera duodenale). Il suo sintomo è la pressione epigastrica, che si manifesta diverse ore dopo aver mangiato. L'ulcera duodenale è anche caratterizzata dal cosiddetto dolore della fame.

Pancreatite: la pancreatite acuta o cronica può manifestarsi come un forte gonfiore nella parte centrale dell'addome, che spesso si irradia alla schiena. Un forte dolore epigastrico si manifesta all'improvviso e peggiora nel tempo. Quando il dolore è grave, possono verificarsi vomito, diarrea e febbre..

Gastrite o mucosite duodenale: sono caratteristici dolore epigastrico periodico, fastidio addominale, pienezza e perdita di appetito. Il dolore può essere accompagnato da disturbi come vomito, nausea, bruciore di stomaco o sanguinamento gastrointestinale.

Cancro allo stomaco. Il dolore epigastrico compare dopo aver mangiato e scompare a stomaco vuoto. Il dolore inoltre non scompare dopo la somministrazione di antiacidi, utilizzati, ad esempio, per il bruciore di stomaco ricorrente. La malattia è anche accompagnata da una sensazione di bruciore allo stomaco, nausea, flatulenza, perdita di appetito, sensazione di debolezza, vomito, sangue nelle feci e fastidiosa perdita di peso.

MASCHERA DEL CUORE VENTALE: si tratta di un insieme di sintomi insoliti di un attacco di cuore, compreso il dolore epigastrico nella parte superiore (principalmente sotto l'arcata costale destra). Questo dolore è solitamente più debole rispetto al classico infarto miocardico (dolore toracico acuto e tirante). Il dolore epigastrico può essere accompagnato da nausea, vomito e debolezza generale.

Ci sono molte altre cause di dolore epigastrico. Il dolore può apparire come un sintomo insolito di alcune malattie o diffondersi alla regione epigastrica e agli organi situati da lontano.

  • diabete,
  • malattia della tiroide,
  • ischemia cardiaca,
  • polmonite,
  • herpes zoster,
  • dotti biliari e malattie del fegato.

La base per lo studio del dolore nella regione epigastrica è un esame fisico, cioè un esame costituito da auscultazione (valuta la motilità intestinale), picchiettamenti (valuta i suoni addominali), impastamento / pressione (valuta l'insorgenza del dolore quando viene toccato, nonché protezione muscolare e possibile presenza tumori o ascite) e l'osservazione dell'addome (consente la valutazione dei cambiamenti nella pelle o nell'ernia).

La diagnosi del dolore nella regione epigastrica comprende anche lo studio del sintomo di Helmonski, cioè il dolore derivante da un colpo alla costola destra, che è caratteristico della colecistite. Viene studiato anche il sintomo di Blumberg, positivo per la peritonite, così come il sintomo di Goldflam, che può indicare pielonefrite acuta o nefrolitiasi.

Il dolore epigastrico, come qualsiasi altro dolore, può essere descritto come acuto o cronico. È importante caratterizzare il tipo di dolore quando si visita un medico. Il dolore dovrebbe essere descritto accuratamente e il dolore descritto come, ad esempio, fuoco di Sant'Antonio, costrizione, allargamento, opaco, bruciore, grave, pulsante o persistente.

Anche la tempistica del dolore è un'informazione importante, se si manifesta dopo aver mangiato, quando hai fame o se dura continuamente. Il medico deve anche essere informato su tutti i farmaci che sta assumendo e sulle malattie..

Il trattamento per il dolore epigastrico dipende dal sintomo del dolore. Gli analgesici speciali possono aiutare, anche se è meglio consultare il medico prima di prenderli. Qualsiasi tipo di dolore, acuto o cronico, dovrebbe essere consultato con un medico. Il trattamento dipenderà dalla diagnosi. Il dolore di solito scompare dopo che la causa è stata eliminata, ad esempio, dopo che la malattia è stata curata o il suo decorso è stato ridotto.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl Invio.

Se una persona è preoccupata per il dolore all'epigastrio, è necessario cercare l'aiuto di tali specialisti il ​​prima possibile, come ad esempio:

  • terapista;
  • chirurgo;
  • neuropatologo;
  • gastroenterologo;
  • ginecologo;
  • nefrologo;
  • pneumologo.

Dopo aver esaminato la storia medica e la storia della vita, il medico invia il paziente, a condizione che abbia lamentele di dolore e disagio nella regione epigastrica, per l'esame strumentale. Ciò è necessario per stabilire la malattia che ha causato tali sintomi spiacevoli..

Sicuramente, i medici prescrivono quanto segue:

  • analisi generale e biochimica del sangue e delle urine;
  • esame microscopico delle feci;
  • test del respiro per rilevare i batteri Helicobacter pylori nel corpo;
  • coltura batterica per anticorpi;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • FEGDS - una procedura endoscopica per lo studio della mucosa del tratto gastrointestinale;
  • radiografia - con o senza contrasto;
  • biopsia - per studi istologici e rilevamento di oncologia.

Sulla base dei risultati ottenuti durante la diagnosi, gli specialisti confermano la presenza di una particolare malattia gastrointestinale.

Se fa male e c'è disagio nella regione epigastrica, l'eliminazione dell'una o dell'altra malattia dovrebbe essere complessa..

Prima di tutto, viene prescritto un trattamento farmacologico. Indipendentemente dal disturbo che ha causato la sindrome del dolore, vengono prescritti farmaci come procinetici e antiacidi. Hanno lo scopo di alleviare il dolore..

Il cibo dietetico è di grande importanza nella terapia. Si consiglia assolutamente a tutti i pazienti di rifiutare cibi grassi e piccanti, carni affumicate e bevande gassate. Inoltre, non sono consentite lunghe pause tra i pasti, motivo per cui è necessario consumare piccole porzioni ogni tre ore..

L'intervento chirurgico è indicato nei singoli casi, con un decorso acuto della malattia che ha causato dolore nella regione epigastrica.

Inoltre, le malattie possono essere curate con l'aiuto della fisioterapia e l'uso di rimedi popolari..

Come vengono diagnosticate le patologie associate all'epigastrio??

Oltre a raccogliere dati anamnestici e palpazione della regione epigastrica, la diagnostica include:

  1. Determinazione dell'ESR. Un metodo economico per determinare l'infiammazione nel corpo.
  2. Analisi di materiale biologico (urina). Rileva le infezioni del tratto genito-urinario.
  3. Esame endoscopico. Stabilisce la presenza di coni di origine maligna nell'esofago, nello stomaco. Può essere prelevato materiale per biopsia.
  4. Procedura ad ultrasuoni.
  5. Radiografia. Rileva il gas nella cavità addominale.
  6. ECG. Il metodo risolve i problemi cardiaci che causano disagio nella regione epigastrica.

Opzioni per il decorso del dolore all'addome [modifica | modifica codice]

Distinguere tra dolore acuto, cronico e ricorrente.

Il dolore addominale acuto può essere il risultato di una patologia chirurgica acuta, un trauma o una malattia infettiva acuta; il suo lasso di tempo è limitato a 3 mesi. Il dolore più lungo è chiamato dolore cronico. Se il dolore si ripresenta entro 3 mesi almeno 3 volte, viene definito ricorrente. Tale dolore nella maggior parte dei casi è dovuto a malattie croniche dell'apparato digerente o ai loro disturbi funzionali..

Opzioni di trattamento e prevenzione

Il trattamento del dolore nella regione epigastrica è sintomatico. Tuttavia, per un risultato terapeutico efficace e prolungato, è necessario effettuare una diagnosi approfondita del problema..

Puoi salvarti da sensazioni spiacevoli nell'area epigastrica se:

  • bere meno acqua con gas e caffè, bevande alcoliche;
  • cerca di non mangiare troppo;
  • minimizzare il consumo di sottoprodotti;
  • fare un po 'di lavoro fisico dopo aver mangiato;
  • lavorare sodo con il cibo, non ingerirlo a grumi.

Fa schifo "nel cucchiaio"

Di fronte a pericolo, brividi, paura o trovarsi in una situazione nervosa, una persona può provare sensazioni spiacevoli nella regione epigastrica che non possono essere definite dolorose. Lo dicono in questo modo: "Fa schifo allo stomaco". Il fatto è che quando il sistema nervoso è eccitato, aumenta anche l'attività motoria dello stomaco. La seconda situazione in cui puoi provare questa sensazione è la fame o la secrezione attiva delle secrezioni gastriche. Qual è il motivo della sensazione di suzione nella regione epigastrica: con i nervi o il lavoro dello stomaco? Chiariamo questo problema.


La sensazione che "sotto il cucchiaio" faccia schifo, infatti, è assolutamente fisiologica

Il succhiare "nel cucchiaio" può iniziare in un paio d'ore dopo il pasto. Questa sensazione è più spesso incontrata da individui con una disposizione di carattere collerica o semplicemente da persone impressionabili con una psiche attiva e mobile. Per la sensazione desiderata, è stato inventato persino un nome ufficiale: il complesso migratorio motorio.

MMK è l'attività contrattile dello stomaco, che si ripete ciclicamente nell'intervallo di tempo inter-digestivo. Tipicamente, il complesso migratorio motorio si verifica durante un periodo in cui il tratto digerente è a riposo. Non appena una persona ha mangiato, la MMK viene interrotta, poiché l'attività dell'organo cambia. Perché il corpo ha bisogno di MMK? Nel processo, detriti alimentari, muco, batteri, secrezioni gastriche migrano attraverso il tratto digestivo.


Il complesso motorio migrante nelle persone sane si distingue per la costanza delle caratteristiche e consiste in fasi che si ripetono ciclicamente

Il ciclo motorio contrattile dura da un'ora e mezza a due ore, la maggior parte di questo tempo cade nella fase di calma (prima fase). Le contrazioni muscolari (seconda fase) si verificano più tardi, si accumulano gradualmente, raggiungendo la massima intensità nella terza fase. Dura non più di cinque o sei minuti ed è un'esplosione massima di attività della motilità del tratto gastrointestinale, che i medici chiamano complesso migratorio motorio. È lui che viene percepito dalle persone mentre succhia "nel cucchiaio".

Quando la terza fase termina, inizia una breve sezione quando l'attività fisica diminuisce. La diminuzione della motilità è anche associata alla dieta: più una persona ha fame, minore è l'attività contrattile del tratto gastrointestinale. Quindi, dopo una giornata di fame, l'attività diminuisce del 70%..


La struttura del tratto digestivo umano

Un punto importante! Una sensazione di suzione nella regione epigastrica non deve essere confusa con dolori di stomaco affamati. È una leggera sensazione di vuoto, non di dolore. I dolori della fame sono il risultato di un digiuno prolungato, più di tre o quattro giorni. L'aspirazione nell'epigastrio inizia molto prima, da diverse ore a un giorno, a seconda del tasso di metabolismo nel corpo umano.

Molto spesso, lo stomaco è in buona forma nelle persone giovani, attive e sane. Inoltre, il tono dello stomaco e la sensazione di "succhiare lo stomaco" sono familiari a coloro che hanno un basso livello di zucchero nel sangue. Se "nello stomaco" fa schifo di notte, allora possiamo parlare di disturbi ormonali. Quindi, il disagio nella regione epigastrica è spesso la causa della mancanza di cortisolo, leptina, grelina o neuropeptidi..

Perché fa schifo "nel cucchiaio"?


Spesso succhia sotto il cucchiaio diverse ore dopo aver mangiato

Tabella 2. Perché fa schifo "nel cucchiaio"?

Periodo di tempo, circostanzePossibile motivo
Non più di cinque minuti, passa da soloI muscoli dello stomaco si muovono, in altre parole, l'organo si allunga.
Più di dieci minuti, non legati alla fameStress, panico. Non dovresti cogliere immediatamente questa sensazione, devi passare a fare affari, bere tè alla menta, sdraiarti.
Subito dopo un pasto o subito dopo un pastoDiminuzione dei livelli di zucchero nel sangue. Sensazione sbagliata di sete di fame (i centri di saturazione con cibo e liquidi si trovano nelle vicinanze, quindi una persona spesso sperimenta la fame quando ha effettivamente sete).
Regolarmente durante il giornoStress, stanchezza, disturbi del sonno, programma di lavoro troppo attivo, incapacità di ripristinare completamente la forza del corpo.
Dopo un pasto che include cibi grassi, piccanti e piccantiStress, stanchezza, disturbi del sonno, programma di lavoro troppo attivo, incapacità di ripristinare completamente la forza del corpo.
Dopo un pasto che include cibi grassi, piccanti e piccantiReazione pancreatica. Di regola, la sensazione di suzione nell'epigastrio è accompagnata da eruttazione, bruciore di stomaco.
6-7 ore dopo aver mangiato, accompagnato da un aumento del doloreGastrite, ulcera peptica. È necessario visitare un gastroenterologo ed esaminare lo stomaco.


Una corretta alimentazione è la chiave per la salute

La causa del dolore nella gastrite

Il dolore con la gastrite è spasmodico

Il dolore che si verifica con questa malattia inizia più spesso a causa di spasmi della muscolatura liscia delle pareti dello stomaco. Un altro motivo potrebbe essere un eccessivo allungamento delle sue pareti. La mucosa dello stomaco con gastrite è sempre infiammata, qualsiasi effetto meccanico su di essa (quando il cibo viene ingerito) provoca dolore.

Con la gastrite ad alta acidità, un eccesso di acido irrita la mucosa gastrica, c'è una contrazione riflessa prolungata del piloro, questo spasmo e provoca dolore. Il rilascio di acido aumenta quando il cibo entra nello stomaco, i recettori nervosi della mucosa soffrono di questo effetto.

Solo un gastroenterologo, un terapista può valutare le condizioni di un paziente con gastrite e prescrivere un trattamento adeguato.

Condurrà una gastroscopia, prescriverà test di laboratorio e consiglierà antidolorifici per la gastrite. È molto pericoloso auto-medicare senza conoscere l'eziologia della malattia. Le informazioni sui farmaci usati per alleviare i sintomi della gastrite sono offerte solo a scopo informativo..

Gastralgia [modifica | modifica codice]

(dal greco antico γαστήρ e ἄλγος - dolore), dolori crampi allo stomaco, solitamente causati da una malattia dello stomaco. Il più delle volte si trova nelle malattie infiammatorie dello stomaco, dispepsia, lesioni ulcerative. Si manifesta anche in alcune malattie costituzionali: diatesi gottosa, anemia, isteria; spesso associato a coliche da piombo, a volte con malattie dell'utero e delle ovaie.

Il dolore ci coglie sempre di sorpresa. Le sensazioni spiacevoli dall'alto dell'addome possono rompere tutti i piani e portare a un vero tormento. Come sapete, l'addome superiore è l'area in cui si trovano diversi organi vitali, quindi le sensazioni dolorose in questo luogo possono indicare una serie di patologie, dalla peritonite all'ulcera peptica.

Nota: se il dolore dura più di mezz'ora, dovresti consultare immediatamente un medico, poiché l'assunzione di analgesici allevierà i sintomi solo per un po ', ma non eliminerà la causa della malattia.

Antispastici per la gastrite

Il farmaco antispasmodico più famoso e frequentemente utilizzato è No-shpa e il suo analogo più economico, la drotaverina. Il suo effetto analgesico è svolto da un componente come l'Isoquinolina, che agisce sulle cellule muscolari lisce del tessuto muscolare, rilassandole e alleviando gli spasmi dolorosi. Drotaverin e Nosh-pu possono essere assunti sin dall'infanzia:

  • 3-6 anni - 20 mg (mezza compressa) 2-3 volte al giorno, non più di 120 mg al giorno.
  • 6-12 anni - 40 mg (1 compressa) 2-5 volte al giorno, non più di 200 mg al giorno.
  • Dai 12 anni in su - (2 compresse) 3-4 volte al giorno, non più di 400 mg al giorno.

Le controindicazioni all'uso di No-shpy e Drotaverin possono essere:

  • Insufficienza cardiaca
  • Grave insufficienza renale
  • Insufficienza epatica
  • Intolleranza individuale
  • Prima infanzia (fino a 1 anno)

Gli antispastici sono buoni per alleviare il dolore

Non è consigliabile assumere il farmaco durante l'allattamento, l'intero periodo di gravidanza, con il morbo di Parkinson, l'intolleranza al lattosio. Una caratteristica di questo farmaco è che non ha un effetto negativo durante la guida di veicoli, macchinari e meccanismi..

La papaverina ha un effetto analgesico simile a No-shpe, poiché è vicino a questo farmaco per struttura e meccanismo d'azione, tuttavia la sua efficacia sulla muscolatura liscia è parecchie volte inferiore..

Bendazol è un farmaco usato per alleviare gli spasmi degli organi addominali, dei bronchi e dei vasi sanguigni. Viene utilizzato sotto forma di iniezioni endovenose e intramuscolari (20-30 mg 2-3 volte al giorno), il corso del trattamento dura 1-2 settimane. Un effetto simile sulla causa del dolore è esercitato da tali farmaci del gruppo di antispastici come Mebeverin, Galidor, Metacin.

Malattia del fegato, in cui è possibile il dolore nella parte superiore dell'addome

Il fegato si trova nella parte superiore destra del peritoneo. Svolge una serie di funzioni importanti: l'eliminazione di sostanze tossiche, la formazione di bile e proteine, l'accumulo di glicogeno, ecc. Le malattie del fegato si sviluppano per vari motivi e possono manifestarsi in modi diversi..

Le sensazioni spiacevoli sono spesso associate ad un aumento dell'organo, perché la sua superficie interna è priva di terminazioni nervose e la distruzione del parenchima epatico è indolore. Tuttavia, il tessuto che circonda l'organo è piuttosto sensibile, quindi, con un moderato aumento dell'organo, il dolore è insignificante - sotto forma di disagio nell'ipocondrio destro. Il suo rafforzamento si osserva durante curve, curve strette, sforzo fisico..

Il fegato gravemente ingrossato può causare forti dolori. Un altro motivo per cui il fegato fa male è un accumulo purulento (ascesso) che colpisce la capsula esterna.