Dolore alla cistifellea: sintomi e trattamento

La cistifellea è un importante organo digestivo in cui viene raccolta la bile, rilasciata gradualmente nel lume del duodeno.

Tali processi contribuiscono all'attivazione degli enzimi necessari per l'emulsificazione dei grassi, il riassorbimento delle molecole proteiche. Spesso, il dolore alla cistifellea dopo aver mangiato è l'unico sintomo di cambiamenti patologici nell'organo digestivo. Tuttavia, molti pazienti non prestano sufficiente attenzione a questo sintomo..

Pertanto, è necessario sapere esattamente dove si trova la cistifellea e come fa male..

Dov'è la cistifellea?

Questo organo, simile a una pera, si trova sulla superficie inferiore del fegato, in cui viene prodotta la bile, che successivamente entra nella vescica. Inoltre, il liquido entra nel duodeno, dove è coinvolto nel processo di digestione. Ha un forte effetto distruttivo, quindi, in condizioni normali del corpo, non entra in contatto né con l'intestino né con il pancreas..

Il ruolo principale dell'organo è immagazzinare la bile fino al momento in cui il cibo inizia a entrare nello stomaco. Questo liquido ha una funzione antibatterica, previene i processi di putrefazione a livello intestinale, aiuta ad abbattere i grassi e migliora l'assorbimento di proteine ​​e carboidrati. Migliora le funzioni motorie e secretorie dell'intestino tenue, riduce l'aumentata acidità del succo gastrico, ha un effetto batteriostatico.

Dove fa male la cistifellea?

Sul lato destro sotto le costole, ma il dolore può andare alla schiena, all'area dietro la clavicola destra, sotto la scapola, alla parte bassa della schiena.

Come fa male la cistifellea?

Il sintomo principale di qualsiasi malattia è caratterizzato dalla differenza nella manifestazione delle condizioni del paziente. I principali provocatori della sindrome del dolore sono le seguenti anomalie:

  • disturbi metabolici nel corpo;
  • la presenza di malattie croniche di nuova acquisizione;
  • processi infiammatori localizzati nella vescica e nei dotti;
  • ferirsi;
  • la presenza di patologie di natura congenita.

Come fa male la cistifellea? Ulteriori informazioni sulle sindromi dolorose di seguito.

Colelitiasi

Lo sviluppo della malattia è facilitato da disturbi metabolici nel corpo, una modifica della consistenza della bile, un'alimentazione squilibrata, un'attività fisica insufficiente, un aumento del peso corporeo, uno squilibrio ormonale. L'intensità della sindrome del dolore dipende direttamente dal numero, dalla scala delle pietre nella vescica e dal luogo di localizzazione. Le fasi iniziali della malattia sono caratterizzate da una sintomatologia attuale lenta, che successivamente aumenta in modo significativo.

In questo caso, compaiono i seguenti segni di calcoli biliari:

  • lievi sensazioni di taglio nella parte destra dell'ipocondrio, che si irradiano alla regione scapolare, all'articolazione della spalla, al braccio;
  • voglia di vomitare;
  • sensazione di pienezza nell'addome, aumento della produzione di gas;
  • sapore amaro in bocca.

Durante la sovrapposizione delle vie biliari da parte di sostanze pietrose, si verifica una sensazione dolorosa acuta e insopportabile, che si intensifica durante un sospiro, un cambiamento nella posizione del corpo. Abbastanza spesso, questa condizione è accompagnata da nausea, rilascio di vomito. Uno sforzo fisico eccessivo, tremore durante la guida sui mezzi pubblici, curve strette del corpo possono provocare sintomi spiacevoli.

Colecistite, colesterosi

Un processo infiammatorio che si forma nella mucosa di un organo. Le principali cause di patologia sono la malnutrizione, le malattie delle vie biliari (presenza di calcoli nella vescica), i processi infiammatori che si sviluppano negli organi adiacenti.

Con lo sviluppo acuto della colecistite, sono presenti le seguenti condizioni:

  • sensazioni di taglio nel fegato;
  • ipertermia (fino a 39-40 gradi);
  • cambiamenti patologici nel lavoro dell'apparato digerente (nausea, vomito, eruttazione, disturbi delle feci);
  • secchezza della mucosa orale;
  • condizioni febbrili;
  • aumento della fatica.

Nella fase cronica della malattia ci sono remissioni, ricadute. Nella fase iniziale della malattia, non c'è praticamente alcun disagio, sono possibili attacchi periodici di nausea, debolezza, dolore sordo nell'ipocondrio destro.

Cistifellea piegata

Il nodo della cistifellea indica una diminuzione delle capacità funzionali dell'organo. Le seguenti patologie contribuiscono alla flessione:

  • anomalie congenite della struttura anatomica;
  • deformazione, spostamento degli organi adiacenti a causa di uno sforzo fisico eccessivo;
  • ingrossamento anormale del fegato.

La patologia è accompagnata da condizioni come:

  • crampi nell'addome inferiore;
  • voglia di vomitare;
  • intossicazione generale del corpo, accompagnata da nausea, debolezza;
  • aumento della sudorazione;
  • accumulo di gas nell'intestino.

L'insorgenza della patologia provoca lo sviluppo di pancreatite, ulcera gastrica, formazione di erosioni sulle mucose dello stomaco, colelitiasi. La malattia è pericolosa con il rischio di crepe che possono rilasciare liquido secretorio nella cavità addominale.

Discinesia

La discinesia delle vie biliari è una violazione dello scarico del liquido secretorio a causa di un malfunzionamento delle vie biliari, l'organo stesso. La malattia è provocata da frequenti situazioni stressanti in cui si trova il paziente, duro lavoro fisico, mancanza di dieta.

Lo stadio iniziale della malattia non è caratterizzato da sintomi particolarmente pronunciati. L'ulteriore sviluppo si manifesta nelle seguenti condizioni:

  • dolore di carattere tirante e doloroso, localizzato nell'ipocondrio destro;
  • persistente perdita di appetito;
  • la presenza di eruttazione, accompagnata da un sapore amaro;
  • condizioni di nausea;
  • gonfiore.

Tumore

I sintomi caratteristici delle escrescenze cancerose si manifestano a seconda della gravità della patologia. Nelle prime fasi dello sviluppo delle malattie oncologiche, il dolore è assente.

Le fasi successive sono caratterizzate dai seguenti sintomi:

  • sensazioni di dolore pronunciate che non possono essere fermate assumendo farmaci antispastici;
  • interruzione del tratto gastrointestinale, accompagnata da disturbi intestinali;
  • ingiallimento della pelle;
  • improvvisa perdita di peso;
  • accumulo di liquido libero nella cavità addominale, accompagnato da un forte deterioramento delle condizioni generali del paziente.

Complicazioni

I problemi biliari possono avere gravi conseguenze:

  1. Phlegmon: una violazione del flusso di sangue all'organo malato, che porta alla morte delle pareti e al pericolo di rottura.
  2. L'ittero si verifica quando c'è una quantità eccessiva di pigmento della bilirubina nel corpo causata da ostruzioni nei dotti. Porta all'ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi.
  3. La pancreatite è un'infiammazione del pancreas. In molti casi, sono le pietre che ne diventano la causa, fortunatamente questa forma di patologia è tutt'altro che pericolosa. Con la pancreatite, l'addome superiore può ferire al centro oa sinistra.
  4. La sepsi è un'infezione generale del corpo con microbi. Succede a causa dell'ingresso di batteri patogeni dai dotti nel sangue. I suoi sintomi sono febbre alta, pressione sanguigna bassa, brividi, aumento del numero di leucociti..
  5. L'ostruzione intestinale può essere causata da una grossa pietra che entra nell'intestino tenue.
  6. Le fistole sono aperture tra organi cavi adiacenti. Appaiono quando la pietra danneggia i tessuti molli del dotto, dell'intestino tenue o dello stomaco. Se l'integrità del peritoneo viene interrotta, ciò porta alla peritonite..

Diagnostica

Il metodo di ricerca principale è l'ecografia. Vengono esaminati la cistifellea, il fegato e altri organi addominali. La tecnica consente di identificare un aumento di dimensioni, struttura anormale, presenza di neoplasie, compattazione, processi stagnanti. Per chiarire il quadro, può essere prescritto un ulteriore esame di risonanza magnetica, TC. Se si sospetta il cancro, viene eseguita una biopsia, la laparoscopia. Inoltre, se necessario, prescrivere la fluoroscopia..

Assicurati di prendere sangue, urina e feci per l'analisi. Un esame del sangue generale consente di determinare la presenza di un processo infiammatorio. Valutazione biochimica del lavoro del pancreas, del fegato, della presenza di anticorpi contro parassiti, microrganismi dannosi e molto altro. Analizzando l'urina, viene determinato il funzionamento degli organi urinari. L'analisi delle feci consente di valutare il lavoro del tubo digerente.

Cosa fare se la cistifellea fa male: pronto soccorso

Esistono diversi metodi per alleviare il dolore alla cistifellea se non ci sono farmaci. Per alleviare lo stato di salute e rimuovere la colica biliare in una persona aiuterà:

  1. Riposo a letto: devi sdraiarti sul lato destro, puoi piegare le ginocchia sotto di te.
  2. Bagno caldo: impiega 15 minuti, quindi applica un impacco freddo sull'area dolorante. Il calore rilassa e il freddo allevia l'infiammazione.
  3. Impacco caldo con olio di ricino: saturare il tessuto, applicare sul punto dolente, avvolgere la parte superiore con un foglio. Conserva 30 minuti.
  4. Tè alla curcuma: preparare la radice della pianta in 1 litro d'acqua, bere il decotto 3 volte al giorno, 250 ml. La curcuma eliminerà rapidamente la vescica dalla bile in eccesso, in modo che il dolore scompaia.

Trattamento

Di seguito sono riportati i farmaci che il medico prescrive solitamente per varie malattie del sistema biliare.

  1. Per la colelitiasi - farmaci per migliorare il deflusso della bile, come Ursofalk e Choludexan. Vale la pena attenersi al riposo a letto e alla dieta. Inoltre, gli esperti prescrivono spesso farmaci per normalizzare il tono dell'apparato digerente. Dagli analgesici, ti verrà prescritta una prescrizione per farmaci potenti: ketan, promedolo o altri.
  2. Nella colecistite cronica - farmaci antibatterici di ampio spettro, antispastici (mebeverina), enzimi per migliorare il funzionamento dell'apparato digerente (Creonte, Penzital, Mezim). Attenersi al riposo a letto per la prima settimana di trattamento.
  3. Con discinesia delle vie biliari - sedativi, farmaci per normalizzare il tono dell'apparato digerente (Nosh pa, drotaverina), alcune erbe (arnica, immortelle) e agenti di escrezione biliare (Sorbitolo, Digestal).
  4. Nella colangite acuta, antibiotici ad ampio spettro, antispastici (Duspatalin), enzimi digestivi, antipiretici (paracetamolo, Nurofen) e forti analgesici.

Se i metodi della terapia moderna non sono in grado di superare la malattia e le condizioni del paziente non sono migliorate in modo significativo, l'unica via d'uscita è la chirurgia. La rimozione della cistifellea può essere eseguita anche con una diagnosi di colecistite calcarea. Esistono due modi di escissione della cistifellea: un'incisione addominale o una procedura laparoscopica meno traumatica.

Nutrizione

La dieta è prescritta per scaricare il tratto gastrointestinale e prevenire complicazioni. Senza di esso, è molto difficile curare una vescica infiammata. La dieta numero 5 è considerata ideale:

  1. Bere abbondante, regolare e frequente - almeno 1,5 litri al giorno per un adulto.
  2. Rifiuto completo di cibi grassi, spezie, cibo in scatola, salsicce e farina.
  3. 5 pasti al giorno. Il cibo dovrebbe essere preso in piccole porzioni. Il volume per una dose è uguale a una manciata.
  4. Esclusione dalla dieta delle bevande alcoliche.
  5. La base del menu sono cereali, brodi vegetali, insalate, frutta, succhi naturali, latte magro.

Cosa fare se la cistifellea fa male?

Risposta breve:

Non tutte le persone hanno affrontato un problema come il dolore alla cistifellea. Pertanto, non tutti hanno un'idea di come fa male. Questo organo ha una certa importanza nel corpo umano, è responsabile dell'apparato digerente. Di regola, il dolore si verifica nell'area dell'ipocondrio destro. Se senti disagio in quest'area, devi consultare un medico per stabilirne la causa e selezionare direttamente la terapia giusta..

Soddisfare

  • Segni di malattia della colecisti
  • Le ragioni
  • Trattamento
  • Conclusione

Segni di malattia della colecisti

Con patologie della cistifellea, c'è disagio nell'addome. Le sensazioni dolorose possono aumentare con la tosse o la respirazione. Di regola, il dolore non è permanente, è più parossistico. I sintomi sono descritti di seguito:

  • Flatulenza
  • Brividi
  • Sensazione di amarezza in bocca
  • Problemi alle feci
  • Sudorazione
  • Tensione addominale
  • Aumento della temperatura
  • Mancanza di appetito
  • Drastica perdita di peso

Come puoi vedere, i segni sono abbastanza pronunciati per questa patologia. Ma è anche possibile confonderli con altre malattie. Pertanto, non è consigliabile impegnarsi nell'autotrattamento, perché senza identificare la causa, non sarai in grado di farcela, ma puoi anche peggiorare le tue condizioni senza la mancanza di assistenza qualificata.

Le ragioni

Con i segni, l'abbiamo capito, ora parliamo un po 'delle possibili cause che sono caratteristiche del dolore alla cistifellea. In particolare, di quali patologie parliamo di seguito:

  • Colecistite (processo infiammatorio)
  • Colelitiasi
  • Mobilità ridotta del tratto digerente

Le suddette patologie possono provocare sensazioni dolorose e i suddetti sintomi. Lascia che ti ricordi che solo uno specialista può diagnosticare questa o quella patologia e anche dire se ha una relazione specifica con la cistifellea. In un modo o nell'altro, non puoi fare a meno delle attività di ricerca. Prima viene diagnosticata la malattia, minore sarà il rischio di spiacevoli conseguenze e complicazioni..

Trattamento

La terapia volta ad eliminare questo problema viene affrontata da un medico - gastroenterologo. Avendo precedentemente parlato con te, dopo aver ascoltato le tue lamentele, ti prescriverà un'ecografia. Questo metodo di ricerca aiuterà a identificare la presenza di calcoli nella cistifellea, nonché il suo aumento di dimensioni ea determinare eventuali processi infiammatori. Inoltre, in base ai risultati dell'esame, lo specialista prescriverà la terapia necessaria che ti aiuterà a liberarti non solo dei sintomi spiacevoli, ma anche della patologia stessa. Prima di tutto, il medico ti consiglierà di seguire la tua dieta. È necessario escludere dalla dieta cibi grassi e fritti. Aggiungi verdure fresche e latticini. La dieta dovrebbe essere frazionaria. Mangia piccoli pasti, ma spesso 5-6 volte al giorno. Il trattamento chirurgico viene eseguito in caso di rilevamento di tumori e pietre. Il trattamento conservativo prevede l'assunzione di antibiotici se viene rilevato un processo infiammatorio. Inoltre, gli esperti possono prescrivere enzimi e antispastici. Se hai disagio a casa, prima di visitare il medico, puoi prendere No-shpa, allevierà lo spasmo.

Conclusione

Le patologie dell'apparato digerente possono influire negativamente sulla salute umana. E non una visita tempestiva da un medico causerà ancora più problemi. Pertanto, ti ricordo che non sarai in grado di diagnosticare te stesso, il che significa che assumere farmaci da solo è inaccettabile. Non peggiorare la tua salute. Contatta le istituzioni mediche ai primi sintomi. Non dimenticare che la cistifellea, un organo umano estremamente importante nel corpo che crea un ambiente alcalino, è coinvolto nella digestione dei grassi e stimola anche le capacità motorie. Quindi non ignorare i primi allarmi.

Perché si verifica la colica biliare e come affrontare questo disturbo

Foro nel lato destro

Circa l'autore: Vladimir Nikolaevich Yashin - dottore.

Utile per la colelitiasi
frutti e bacche dolci.
Agenzia fotografica "Mosca"

La malattia dei calcoli biliari è un disturbo molto comune caratterizzato dalla formazione dei cosiddetti calcoli (calcoli) da sali di calcio e colesterolo. Sono localizzati nella cistifellea o nei dotti biliari. Secondo le statistiche, le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di questa malattia rispetto agli uomini, il che si spiega con l'aumento della produzione di bile. È particolarmente provocato dal suo alto livello di ormone estrogeno, che si osserva nelle donne in gravidanza. Anche le persone che abusano di cibi grassi e conducono uno stile di vita sedentario sono a rischio. Inoltre, l'ereditarietà è un fattore importante che contribuisce all'insorgenza della malattia..

In una parola, se sei preoccupato per l'amarezza in bocca e la pesantezza all'addome, che si intensifica dopo aver mangiato cibi grassi, carni affumicate, cibi in salamoia, dovresti consultare un gastroenterologo. Altri sintomi includono flatulenza, feci instabili e debolezza generale. Succede che la malattia procede senza segni pronunciati, solo occasionalmente ricordandosi di se stessa. Ma un giorno, all'improvviso, c'è un dolore acuto nell'ipocondrio destro, che passa alla spalla e alla scapola. Questa è la colica biliare, una sindrome del dolore che segnala la presenza di calcoli..

Quindi, la colica biliare è un attacco di dolore acuto e crampi nell'ipocondrio destro, che può diffondersi all'addome superiore, alla spalla destra e persino al collo. Molto spesso si verifica con la malattia dei calcoli biliari (secondo le statistiche, si verifica nelle donne 2-3 volte più spesso che negli uomini). Pertanto, la colica biliare si verifica a causa del blocco dei dotti biliari (dotti) con piccole pietre o sabbia, a seguito del quale viene interrotto il normale deflusso della bile dalla cistifellea nel dotto comune associato al duodeno. Allo stesso tempo, la pressione si accumula nella cistifellea, il che porta alla comparsa di dolore.

Tuttavia, a volte la colica biliare si verifica in assenza di calcoli. In questo caso, può essere causato da colecistite (infiammazione della cistifellea) o discinesia biliare (ridotta contrattilità dei dotti biliari). Di solito, l'attacco si verifica dopo aver mangiato cibi grassi, fritti o piccanti e dopo aver bevuto alcolici. Il dolore può diffondersi a tutto l'addome e alla schiena. Inoltre, aumenta con il movimento ed è spesso accompagnato da nausea e vomito, e talvolta da un aumento della temperatura e dalla colorazione itterica della pelle. A proposito, l'inizio della colica può essere provocato da varie attività fisiche, ad esempio, lavorare in un cottage estivo o sollevare pesi.

Cosa fare quando si verifica un attacco? Prima di tutto, devi sbottonare i vestiti stretti, quindi sdraiarti sul lato destro e cercare di rilassarti. È stato notato che il riposo a volte aiuta ad alleviare il dolore. Poiché la causa esatta della colica biliare non è nota, una piastra elettrica calda non deve essere posizionata sullo stomaco, poiché ciò può peggiorare le condizioni del paziente. Se il dolore persiste, chiama un'ambulanza. Dopo aver esaminato il paziente, il medico allevierà l'attacco iniettando un farmaco antispastico e anestetico. E nei casi più gravi, sarà richiesto il ricovero nel reparto chirurgico dell'ospedale.

Tuttavia, anche se la colica scompare senza conseguenze, è necessario consultare un gastroenterologo. Dopotutto, è possibile che l'attacco si ripresenti. Pertanto, è importante stabilire la causa. Forse il dolore non è causato da una malattia della colecisti, ma da un altro disturbo, come la pancreatite (infiammazione del pancreas) o la colica renale del lato destro. Gli esami ecografici e radiografici, nonché l'intubazione duodenale (esame della funzione del fegato, della cistifellea, del pancreas mediante una sonda) aiuteranno a identificare una patologia specifica.

Se stiamo parlando di calcoli biliari, nella fase iniziale il suo trattamento può essere conservativo. Si basa sulla dieta. Il paziente deve escludere cibi grassi e piccanti dalla sua dieta e rifiutare anche di bere alcolici. Per quanto riguarda il menu, dovrebbe includere piatti come, ad esempio, zuppe di verdure, borscht vegetariano, carne e pollo bolliti, pesce magro. Sono utili verdure bollite, frutta dolce e bacche. Devi mangiare in piccole porzioni da quattro a cinque volte al giorno. Allo stesso tempo, non consentire grandi pause temporanee tra i pasti, in modo da non provocare il ristagno della bile.

Insieme alle raccomandazioni dietetiche, il medico prescrive al paziente la terapia farmacologica, compreso, in particolare, l'uso di vari farmaci coleretici e antinfiammatori. Un buon effetto terapeutico è fornito dall'uso di infusi e decotti di piante medicinali, che hanno un effetto coleretico e antinfiammatorio..

Solo gli utenti autorizzati possono lasciare commenti.

Come trattare il dolore alla cistifellea

La cistifellea è l'organo più importante del nostro corpo, che appartiene al sistema digerente. La sua funzione principale è quella di raccogliere la bile, che viene prodotta dal fegato. E questo componente è importante per il normale processo di digestione, partecipa all'attivazione di alcuni enzimi nell'intestino e scompone i grassi.

Ci sono vari fattori che possono provocare un funzionamento e una condizione compromessi della cistifellea. E se il lavoro di questo organo viene interrotto, il corpo inizia attivamente a dare segnali al riguardo.

C'è dolore nell'organo in questione, i segni possono essere i seguenti: una sensazione di amarezza appare in bocca, appare nausea, dolore nella parte destra. Questi sono i primi sintomi che puoi facilmente rilevare da solo e poi andare dal medico per confermare o dissipare le tue ipotesi. Come si manifesta il malfunzionamento della cistifellea e come eliminare questa condizione patologica?

Malattia della colecisti: una breve descrizione

  • Discinesia biliare. Questa condizione si sviluppa a causa del deflusso biliare alterato dal fegato. Si verifica quando il paziente ha gastrite, ulcere gastriche e anche con frequenti nevrosi. Dolore alla cistifellea, i cui segni si manifestano sotto forma di dolore sotto le costole, nei disturbi della digestione.
  • Colecistite prolungata. Questa condizione procede parallelamente a un processo infiammatorio prolungato nella parete interna di questo organo. Questa condizione può essere provocata dal flusso inverso della bile, dal suo ristagno, dall'infezione e da malattie come la pancreatite e l'epatite virale.
  • Cancro. Si verifica a causa di un'infiammazione prolungata. Le formazioni maligne iniziano a formarsi, possono riversarsi su organi situati adiacenti alla cistifellea.

Quando la cistifellea fa male: quali sono i sintomi

Come determinare cosa fa male esattamente la cistifellea. Per questo, sarà necessario combinare tutti i sintomi, perché spesso il dolore di un organo è dato dove non si trova. Per vari disturbi, la posizione e la natura del dolore differiscono..

Se un paziente ha la colelitiasi, si verificano tali sintomi: il dolore si verifica nella parte destra dell'addome, è acuto, forte e può avere un breve carattere parossistico. A volte il dolore si irradia alla schiena, alla scapola sinistra, alla spalla.

Se la colecistite ha un decorso cronico, il paziente spesso ha dolore, che diventa ancora più forte dopo aver mangiato cibi fritti e piccanti, dopo aver bevuto bibite gassate, alcol. Il paziente avverte dolore nell'ipocondrio destro.

Se un paziente ha una malattia come la discinesia delle vie biliari, allora ha un dolore acuto e acuto, che ha una natura parossistica. La durata del dolore è di circa 30 minuti. Inoltre, il paziente può avvertire una sensazione di pesantezza nella parte destra. Il dolore può diffondersi ai muscoli della schiena, alla spalla destra, a tutto il lato sinistro.

Nella colangite acuta, il paziente avverte un forte dolore nella parte destra dell'addome. Può dare a parti del corpo simili che sono state indicate in altre malattie..

Se il cancro si è sviluppato, i dolori sono attenuati, di natura noiosa. Non diminuiscono con l'uso di farmaci analgesici. Per molto tempo, questa condizione può svilupparsi senza alcun sintomo..

Quali segni sorgono se è la cistifellea che fa male?

In alcune malattie, i segni corrono parallelamente ad altre manifestazioni interne o esterne. Ci potrebbe essere:

  • tensione muscolare nel peritoneo;
  • la temperatura corporea del paziente può aumentare notevolmente;
  • prurito della pelle;
  • sudorazione profusa;
  • brividi.

Inoltre, potrebbero esserci:

  • improvvisa perdita di peso;
  • flatulenza;
  • mancanza di respiro durante le lunghe camminate;
  • nausea;
  • una sensazione di amarezza in bocca;
  • perdita di appetito;
  • una forte diminuzione del peso corporeo;
  • disturbi delle feci.

Cosa fare quando la cistifellea fa male?

In presenza di dolore, è necessario stabilire correttamente la causa della malattia e notare segni simili.

In nessun caso dovresti impegnarti nell'autodiagnosi e, ancora di più, nell'autotrattamento. Puoi solo rilevare i primi sintomi di un organo malato e quindi andare immediatamente dal medico per la diagnosi.

Sceglierà il trattamento necessario e prescriverà i farmaci necessari. Inoltre, se hai problemi con la cistifellea, si consiglia di smettere di mangiare cibo spazzatura e seguire la dieta raccomandata dal medico..

Come alleviare il dolore alla cistifellea

Se il dolore è costante, ma non acuto, può essere ridotto utilizzando alcuni farmaci o altri mezzi. Quindi, quali sono i modi per eliminare il dolore alla cistifellea?

Più caldo

Applicare una piastra riscaldante calda, ma non bollente, sulla zona dello stomaco. Il calore può alleviare il dolore. Per evitare ustioni al corpo, si consiglia di posizionare un pezzo di stoffa o un asciugamano sotto il termoforo. È necessario tenerlo per circa 20-30 minuti, quindi attendere che la cavità addominale si raffreddi.

Succhi vegetali

Il succo ottenuto da carote, cetrioli e barbabietole, oltre ad aiutare ad eliminare le sindromi dolorose, cura anche tutto l'organismo. Questa opzione dovrebbe essere utilizzata parallelamente alla terapia farmacologica, prescritta dal medico..

Assunzione di analgesici

Nella rete di farmacie è possibile acquistare analgesici ad azione debole senza prescrizione medica. Ma anche loro possono eliminare il dolore e ridurre il processo infiammatorio..

Agrumi

Tutti gli agrumi contengono pectina come uno dei componenti costitutivi. Ha un effetto analgesico. Questa opzione sarà particolarmente utile quando è necessario pulire i dotti biliari..

Erbe aromatiche

Puoi anche ridurre il dolore con alcuni medicinali a base di erbe. A tal fine sono adatti cicoria, rosmarino, calendula e erba di San Giovanni. Le infusioni sulle erbe sopraffatte possono avere un effetto ancora più potente delle compresse.

Come sbarazzarsi del dolore per molto tempo?

  • Cerca di includere molte verdure nella tua dieta quotidiana. Quando si mangiano cibi a base vegetale, è possibile ridurre la quantità di colesterolo cattivo.
  • il menu dovrebbe contenere una quantità minima di grassi e zuccheri. Questi componenti sono in grado di provocare lo sviluppo di pietre..
  • Bere molta acqua. Può trattenere la bile e questo ridurrà la manifestazione del dolore..

La cistifellea fa male: trattamento farmacologico

La prima cosa che devi fare è fissare un appuntamento con un medico. Il dolore sotto la costola destra molto spesso può non coincidere con la diagnosi effettiva. Assicurati di consultare il tuo medico, soprattutto se decidi di iniziare a usare qualsiasi rimedio: erbe o compresse.

Non è necessario prescrivere farmaci da soli, solo un medico può farlo. Il trattamento domiciliare può alleviare il dolore, ma non c'è ancora modo per curare la malattia a casa. Durante la terapia, il medico può prescrivere antidolorifici a quei pazienti che hanno forti dolori.

La cistifellea fa male: quali farmaci prendere?

Per la terapia completa, devi andare in ospedale. È possibile riprendersi solo con una diagnosi corretta e tempestiva e il trattamento necessario..

I seguenti sono i mezzi che il medico di solito consiglia di portare ai suoi pazienti in presenza di vari disturbi nel lavoro del sistema biliare:

  • Per la colangite acuta: farmaci antibiotici con una vasta gamma di effetti, agenti che riducono la febbre, enzimi digestivi, antispastici, potenti analgesici.
  • Con discinesia delle vie biliari - farmaci che normalizzano il tono del tubo digerente, farmaci che assicurano il ritiro della bile, sedativi, alcune erbe, come l'immortelle, l'arnica.
  • Nella colecistite cronica - enzimi che migliorano l'attività dell'apparato digerente, farmaci antispastici, agenti antibatterici di una vasta gamma di effetti. È importante restare a letto durante la prima settimana di terapia..

Dieta per il trattamento e la prevenzione delle malattie digestive

Affinché la terapia sia efficace e influisca correttamente sul corpo, nonché per il normale recupero del corpo dopo una malattia, è importante fornire una dieta. Questa è una componente importante, si potrebbe dire parte integrante del trattamento..

Tutta la nutrizione ha lo scopo di ridurre gli effetti nocivi del cibo sul funzionamento del sistema biliare. La cosa più importante è smettere di mangiare cibi cucinati fumando e friggendo. Si consiglia di mangiare piatti al vapore o al vapore.

Le principali direzioni della dieta:

  • devi mangiare almeno 5 volte al giorno, mentre le porzioni dovrebbero essere piccole, non dovresti permettere la sensazione di fame;
  • dovrebbe essere fornita una bevanda calda, tè verde o nero (non forte), decotti di rosa canina, succo fresco sono consentiti;
  • è importante che nella dieta siano presenti latte fermentato e latticini;
  • devi mangiare pesce, carne magra;
  • zuppe di verdure cotte in acqua;
  • anche nella dieta dovrebbero esserci molti cereali e cereali.

Cosa fare se la cistifellea fa costantemente male?

Se il dolore si verifica regolarmente e costantemente, è necessario correre urgentemente in ospedale e non tirare. È inoltre necessario modificare la dieta durante la terapia. Alcune persone seguono una dieta specifica anche dopo il trattamento, riducendo il rischio di recidiva della malattia.

  • È necessario rinunciare a cibi fritti, molto grassi e piccanti. È in grado di provocare la produzione di una grande quantità di bile, che danneggia le vie biliari, il fegato e il resto degli organi digestivi..
  • Inoltre, i prodotti di farina, i dolci, il cioccolato non dovrebbero essere presenti nel tuo menu. è un vantaggio del rifiuto di questi prodotti: puoi perdere peso e migliorare il tuo corpo. Se nel peritoneo si è sviluppato un complesso processo di infiammazione, allora vale la pena rinunciare a verdure come peperoncino, aglio e cipolle.
  • Si consiglia di includere cereali e cereali nel menu. saranno utili carne di varietà non grasse, pesce e pollo al vapore. Mangia molta frutta e verdura.

Se inizi a notare i primi segni di disfunzione del sistema biliare o infiammazione, fissa urgentemente un appuntamento con il medico. Sarà in grado di diagnosticare malattie e prescrivere una terapia adeguata.

Come alleviare il dolore alla cistifellea

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Joshua Ellenhorn, MD, nostro collaboratore regolare. I collaboratori abituali di WikiHow lavorano a stretto contatto con i nostri editori per garantire che gli articoli siano il più accurati e completi possibile..

Il numero di fonti utilizzate in questo articolo: 23. Troverai un elenco in fondo alla pagina.

Il dolore alla cistifellea, che si trova nella parte superiore destra dell'addome, può essere lieve o grave. Spesso questo dolore è associato a calcoli biliari, ma un medico dovrebbe essere visto per escludere altre possibili cause. Il dolore lieve può essere rapidamente alleviato con antidolorifici da banco. I cambiamenti nella dieta aiuteranno a ridurre il rischio di future esacerbazioni di calcoli biliari. Per il dolore intenso che può essere accompagnato da febbre e ittero, consultare immediatamente un medico.

Attenzione: le informazioni in questo articolo sono solo a scopo informativo. Consultare il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi metodo..

Dolore alla cistifellea

Se la cistifellea fa male, la persona sa dalla localizzazione caratteristica del dolore dove si trova il suo posto anatomico. Non tutte le persone sono orientate correttamente e hanno familiarità con il sistema biliare, che include la cistifellea e i dotti..

Questo piccolo organo immagazzina la bile sintetizzata nel fegato, la secerne nell'intestino e quindi partecipa alla digestione. Il dolore alla cistifellea è anormale. Il sintomo indica una patologia causata da varie malattie. Per scoprire perché la cistifellea fa male, è necessario ricordare la sua struttura e i suoi compiti.

  1. Caratteristiche della struttura e del funzionamento
  2. Le principali cause della patologia della vescica
  3. Quali malattie del sistema biliare sono accompagnate da dolore?
  4. Caratteristiche del dolore causato dalla patologia della cistifellea
  5. Dolore nella zona della cistifellea sullo sfondo di varie malattie
  6. Colecistite
  7. Discinesie delle vie biliari
  8. Colangite
  9. Colelitiasi
  10. Tumore maligno
  11. Come eliminare il dolore alla cistifellea?
  12. Consigli popolari

Caratteristiche della struttura e del funzionamento

I dotti biliari primari si trovano al centro dei lobuli epatici insieme ai vasi. Raccolgono la bile sintetizzata in un luogo di stoccaggio: una formazione cava a forma di pera, una bolla (si trova sotto la superficie inferiore del fegato). L'organo può contenere fino a 70 ml di secrezione.

Il muro a bolle è piuttosto sottile, ma ha strati:

  • mucoso - dalle cellule epiteliali;
  • muscolare - formato da fibre muscolari circolari;
  • sieroso: il più esterno per la protezione esterna.

È proiettato nella regione della parete addominale anteriore sull'ipocondrio destro. Il rivestimento interno contiene ghiandole. La loro funzione è la produzione di muco, l'ormone anticolecistochinina, l'assorbimento di acqua, sali, aminoacidi dalla bile.

Nella vescica, la bile non viene solo immagazzinata, ma anche portata allo stato richiesto in termini di viscosità e composizione. Oltre all'acqua contiene muco, acidi biliari, proteine ​​e amminoacidi, bilirubina, sostanze inorganiche, colesterolo, fosfolipidi, vitamine.

Il dotto biliare trasporta la bile nel duodeno. Si apre vicino al dotto pancreatico in un sito chiamato sfintere di Oddi. La contrazione della vescica e il rilascio del contenuto avvengono contemporaneamente alla secrezione pancreatica quando il cibo entra nell'intestino.

La bile ha funzioni importanti:

  • neutralizza l'acidità del succo gastrico;
  • protegge la mucosa intestinale dalla moltiplicazione di microrganismi patogeni;
  • stimola il lavoro dei sistemi enzimatici necessari per una corretta digestione;
  • attiva la peristalsi;
  • aiuta a rimuovere le tossine e le sostanze tossiche.

Le principali cause della patologia della vescica

Nell'uomo, i principali problemi di dolore alla cistifellea sono determinati dall'infezione e dalla congestione del contenuto con tensione eccessiva delle pareti. Queste ragioni sono aggravate e formano un circolo vizioso: quando il ristagno biliare, si creano condizioni favorevoli per i microrganismi patogeni e l'infiammazione cambia la composizione, la viscosità della bile e contribuisce al ristagno.

  • direttamente dall'intestino (parassiti, ceppo patogeno di E. coli, elminti);
  • dal fegato - con epatite, ascesso, echinococcosi;
  • con sangue durante la diffusione dell'infezione da focolai cronici non trattati (negli uomini più spesso - prostatite, sinusite, nelle donne - annessite, tonsillite).


L'obesità e la scarsa attività fisica sono le principali cause di danno al sistema biliare nelle donne

I fattori predisponenti includono:

  • obesità: interrompe la composizione della bile, provocando un aumento della concentrazione di colesterolo;
  • disturbi ormonali - è stato riscontrato che gli ormoni sessuali influenzano l'escrezione del colesterolo, la diminuzione dell'attività durante la menopausa contribuisce alla malattia della colecisti.

Nell'ultimo trimestre durante la gravidanza, funziona il meccanismo di spremitura e ristagno.

Le ragioni che provocano possono essere:

  • pasti irregolari con lunghe pause, seguiti da eccesso di cibo;
  • usando diete affamate per dimagrire;
  • colesterolo alto nel sangue negli anziani;
  • anomalie strutturali (deformazione, flessioni, curvatura);
  • disordini metabolici nel diabete mellito;
  • malattie del pancreas e del fegato;
  • disturbi funzionali del coordinamento delle contrazioni nelle malattie del sistema nervoso.

Grande importanza è attribuita a: contatto professionale con sostanze tossiche nell'industria chimica, scarsa attività fisica di una persona, atonia intestinale cronica, stress, uso prolungato di alcuni farmaci (Octreotide, Clofibrato, Ceftriaxone), farmaci con effetto diuretico, statine, contraccettivi orali.

Quali malattie del sistema biliare sono accompagnate da dolore?

Il dolore alla cistifellea è causato da:

  • processo infiammatorio con colecistite e colangite;
  • discinesia delle vie biliari (ridotta contrattilità);
  • colelitiasi (l'ortografia "calcoli biliari" è errata, che può essere verificata secondo la classificazione internazionale);
  • tumore maligno.

Tutte queste malattie interrompono la funzione di trasporto della bile, causano un fallimento del processo digestivo. Questo è accompagnato da sintomi simili, che differiscono solo per intensità e decorso.


L'infiammazione colpisce la mucosa interna, provocando il flusso di sangue e globuli bianchi

Caratteristiche del dolore causato dalla patologia della cistifellea

Come fa male la cistifellea, il medico impara dai caratteristici segni distintivi. In base alla natura e all'intensità della sindrome del dolore, viene scelto il trattamento ottimale e viene giudicato il tono delle vie escretorie. Nell'infiammazione cronica, discinesia ipotonica, la cistifellea fa costantemente male.

Dolore doloroso nell'ipocondrio destro

I sintomi sono aggravati dall'alcol, dai cibi grassi e fritti, dallo sforzo fisico. Il dolore è localizzato nell'ipocondrio destro, può assumere un carattere esplosivo. Non rimosso dagli antispastici.

Se l'infiammazione è acuta (colecistite) o il dolore è causato dal movimento della pietra, i sintomi del dolore alla cistifellea si manifestano con un carattere tagliente intenso e improvviso con irradiazione dall'ipocondrio destro al lato, alla schiena, fino alla clavicola e alla spalla.

La diagnosi è complicata dalla capacità del dolore di diventare più forte all'ispirazione, così come dall'irradiazione atipica nella regione del cuore. A volte, invece del dolore, i pazienti avvertono una sensazione di bruciore nella parte destra..
L'elettrocardiografia aiuta a distinguere se il dolore può essere causato da uno spasmo dei vasi coronarici e non dalla cistifellea.

La sindrome "solare" con infiammazione del plesso solare si manifesta con un forte bruciore all'epigastrio, intorno all'ombelico, con radiazioni alla schiena. Alla palpazione, viene determinata la tensione muscolare locale nell'ipocondrio a destra. Con un forte dolore, i pazienti cercano di assumere una posizione piegata con le ginocchia premute sul petto.


Va tenuto presente che l'infiammazione prolungata coinvolge il plesso solare

Oltre alla sindrome del dolore, quando si effettua una diagnosi, è necessario tenere conto di quali sintomi generali e disturbi digestivi accompagnano la patologia della cistifellea. I pazienti possono:

  • febbre alta con brividi (con colecistite acuta), moderato aumento del decorso cronico;
  • nausea, eruttazione, vomito amaro;
  • disturbi intestinali (diarrea o costipazione);
  • gonfiore sgradevole;
  • mancanza di appetito;
  • moderata perdita di peso;
  • secchezza e amarezza in bocca;
  • prurito alla pelle;
  • insonnia e aumento dell'irritabilità.

Dolore nella zona della cistifellea sullo sfondo di varie malattie

Dove e come fa male la cistifellea in una specifica patologia, prenderemo in considerazione l'utilizzo dell'esempio delle malattie più comuni.

Colecistite

La malattia procede in forma acuta e cronica, sullo sfondo di calcoli nella vescica (colecistite calcarea) e senza di essi. La connessione con i calcoli è più tipica per le donne obese di mezza età e la forma senza pietra è più spesso osservata negli uomini.

Quando esaminati nella bile, trovano:

  • stafilococchi,
  • streptococchi,
  • colibacillo,
  • enterococchi,
  • Pseudomonas aeruginosa,
  • Proteus,
  • lamblia,
  • nematodi.

La colecistite acuta si manifesta con febbre tifoide e paratifoide. Il dolore intenso nell'ipocondrio destro con brividi e febbre indica un'infiammazione del rivestimento interno della vescica. Con un trattamento efficace, il dolore si attenua. È possibile una transizione a un decorso cronico.

Ciò causa un dolore sordo costante, aggravato dopo un errore nell'alimentazione, nello sforzo fisico. A poco a poco, il muro diventa più sottile, sostituito da tessuto cicatriziale e perde la capacità di contrarsi. Si creano condizioni favorevoli per la formazione di pietre, le piaghe da decubito possono sfondare il muro ed entrare nella cavità addominale.

La natura pulsante del dolore e la temperatura elevata costante indicano una possibile cancrena della vescica, seguita da necrosi e peritonite. Quanto può ferire la cistifellea prima del probabile passaggio alla cancrena e alle complicanze dipende dall'immunità di una persona in particolare.

Discinesie delle vie biliari

La malattia è caratteristica delle persone di natura nevrastenica, i bambini. I dolori sono associati a un tono muscolare alterato della cistifellea e dei condotti di deflusso. Invece della necessaria contrazione e rimozione della bile nell'intestino, si verifica il rilassamento (forma ipocinetica), un aumento di volume, dolore lancinante.

Viceversa, lo spasmo interrompe improvvisamente il necessario rilassamento (variante ipercinetica). Nel primo caso, oltre al dolore sordo, il paziente sviluppa stitichezza, nausea, vomito. Nel secondo, il sintomo principale sono i dolori crampi a destra nell'ipocondrio. Il tipo di disturbo deve essere considerato nella terapia.

Colangite

L'infiammazione isolata dei dotti biliari è raramente priva di colecistite. Il più delle volte osservato come complicanza dell'intervento chirurgico dopo la rimozione della cistifellea piena di calcoli.

I tipi di colangite sono determinati dai motivi:

  • ostruttivo - causato da una pietra o da un altro ostacolo meccanico;
  • batterico: c'è una chiara dipendenza dall'infiammazione;
  • ricorrente - corso ondulato con frequenti esacerbazioni;
  • sclerosante - come complicanza dell'infiammazione.

Colelitiasi

La base dell'origine dei calcoli nella cistifellea e nei passaggi è lo scambio alterato di colesterolo e sali di bilirubina. Un aumento della densità della composizione biliare, il ristagno causa la precipitazione di sali, l'adesione a strutture pietrose. Le concrezioni possono essere localizzate all'interno della vescica e nei condotti.


Le concrezioni non hanno le stesse dimensioni, possono essere singole o intasare l'intero volume della vescica

Il dolore è causato da ristagno di bile con stiramento di muscoli o movimento di una pietra. L'attacco è molto intenso, tagliente, irradiato alla schiena, scapola destra, spalla, clavicola, metà addome. Provoca un attacco di guida nei trasporti, in bicicletta, qualsiasi scuotimento, bere alcolici, cibi grassi.

Se il flusso della bile nell'intestino è disturbato, i suoi componenti entrano nel flusso sanguigno. Lo scarico di bilirubina si manifesta con sintomi di ittero ostruttivo: l'urina diventa scura, le feci si scoloriscono, appaiono grigie, l'ittero si trova sulla sclera e sulla pelle.

Tumore maligno

Il rischio di cancro alla cistifellea aumenta nei pazienti con infiammazione prolungata. I tipi istologici più comuni sono: carcinoma solido a cellule squamose, adenocarcinoma, tumore della mucosa.
Caratterizzato da un grado molto alto di malignità, rapida diffusione delle metastasi, tendenza a germinare negli organi vicini.

Come eliminare il dolore alla cistifellea?

Per scoprire i motivi che hanno causato il dolore, è necessario sottoporsi a un esame. In base agli esami del sangue, delle urine e delle feci è possibile identificare infiammazioni, alti livelli di bilirubina e colesterolo, un malfunzionamento generale dell'apparato digerente.

Il metodo di colecistografia con un mezzo di contrasto mostra bene anomalie strutturali, ombre di calcoli. Prima di prescrivere farmaci, il medico ti consiglierà di seguire una dieta. Per le persone in sovrappeso, si raccomandano giorni di digiuno settimanale.

  • eventuali piatti fritti, salsicce, prodotti a base di carne grassa (i piatti di carne devono essere bolliti, al vapore, in umido);
  • brodi ricchi di grassi di carne e pesce;
  • tutti i tipi di alcol;
  • bevande gassate;
  • condimenti caldi;
  • cibo in scatola, sottaceti fatti in casa;
  • torte con crema;
  • legumi.

La dieta è costruita secondo lo schema: 6 volte al giorno, ma in piccole porzioni. I nutrizionisti consigliano: piatti di carne e pesce a basso contenuto di grassi, cereali, bere tè verde debole, decotto di rosa canina (se succhi di frutta freschi, quindi diluiti), latticini a basso contenuto di grassi.

Non puoi assumere farmaci da solo. Ci sono molte controindicazioni. Solo uno specialista può fare una scelta specifica. Con la colecistite, gli antibiotici sono necessariamente prescritti. I migliori farmaci sono considerati ad ampio spettro (Amoxiclav, Ceftriaxone, Moxifloxacina, Gatifloxacina).


La diagnostica ecografica determinerà i contorni della cistifellea, le dimensioni, la presenza di calcoli

Devono essere utilizzati in cicli di 7-10 giorni; non è consigliabile fare pause. Contribuiscono allo sviluppo di una flora sostenibile. Se vengono rilevati parassiti, possono prescrivere: Furazolidone, Trichopol, Chloxil, Kombantrin, Vermox, Fazizhin).

I dolori spastici sono alleviati dalle iniezioni di atropina, platifillina, No-shpa. Invece di iniezioni, si raccomandano supposte rettali con belladonna. In caso di attacco di calcoli biliari, vengono utilizzati forti antidolorifici (Nalbufin, Ketanov, Promedol).

Con una forma ipocinetica di discinesia, viene prescritta la colecistocinetica. In terapia, è necessario aderire al regime corretto, assumere sedativi di origine erboristica (tinture di valeriana, motherwort, Novopassita). Il fisioterapista selezionerà le procedure fisioterapiche più efficaci: induttotermia, collare galvanico o correnti diadinamiche.

Se sia necessario eseguire l'operazione dirà il decorso della malattia, la persistenza della sindrome del dolore, l'efficacia della terapia. La questione della rimozione della cistifellea per indicazioni di emergenza può sorgere con la natura purulenta dell'infiammazione, la minaccia di peritonite. Le indicazioni per rimuovere i calcoli insieme alla vescica vengono discusse regolarmente.

Attualmente, la chirurgia utilizza un metodo laparoscopico delicato di intervento chirurgico.

La maggior parte delle cliniche ha abbandonato la tecnica della litotripsia (frantumazione della pietra). L'impatto negativo sui tessuti circostanti porta a un gran numero di complicazioni. Cercano di rimuovere il tumore canceroso il prima possibile, spesso con resezione di una parte del fegato, i linfonodi.

I pazienti vengono sottoposti a un ciclo di terapia con citostatici e radiazioni. La connessione della patologia della cistifellea con il fegato e il pancreas prevede la nomina di farmaci ed enzimi epatoprotettivi.

Consigli popolari

La medicina tradizionale suggerisce di utilizzare decotti alle erbe per alleviare il dolore. Si consigliano erbe con effetto coleretico e antinfiammatorio:

  • fiori di calendula e camomilla;
  • seta di mais;
  • immortelle;
  • tanaceto;
  • menta piperita;
  • radici di tarassaco;
  • assenzio;
  • celidonia;
  • finocchietto.


Dalle piante medicinali sono tasse colagoghe, possono essere acquistate già pronte in farmacia

Il metodo del "blind probing" consiste nel prendere a digiuno un cucchiaio di olio vegetale, Xilitolo, Sorbitolo e mantenere la posizione sdraiata sul lato destro per circa un'ora. Questo aiuta a liberare la vescica dalla bile accumulata, eliminare il ristagno. C'è un consiglio: per svuotare la vescica dopo aver preso la tisana, sdraiati sul fianco sinistro e batti te stesso sull'ipocondrio destro.

La sindrome del dolore nelle malattie degli organi biliari richiede di stabilire una connessione con i calcoli, un tipo di discinesia e l'infiammazione. Si raccomanda che i pazienti intraprendano il trattamento dei focolai di infezione cronici. Anche dopo aver rimosso la vescica, devi seguire una dieta e assumere farmaci.